Dal 1° aprile 2021 è possibile accedere da diversi canali (telefono, mail, web, sportello) a MY RHOME, il cruscotto digitale del cittadino romano attraverso il quale può collegarsi ai servizi digitali della Capitale, con una particolare semplificazione per quelli scolastici, per garantire una maggiore autonomia agli studenti e alle famiglie. Sarà inoltre supportato da una serie di strumenti innovativi di contatto (social, chat, bot) al fine di limitare l’accesso fisico allo sportello.

E non solo: secondo un comunicato dell’amministrazione capitolina “nei giorni successivi, MY RHOME si arricchirà di nuove funzionalità. Grazie all’integrazione con l’Ambiente Unico del Contribuente, il cittadino potrà conoscere in tempo reale la sua posizione di credito e/o debito nei confronti dell’Ente e ricevere l’invio di notifiche ad hoc riguardanti le scadenze di pagamento”, e “L’avvio di MyRhome costituisce un’ulteriore tappa del percorso di smart citizenship, inaugurato da Roma Capitale già con il lancio del nuovo Portale istituzionale”.

“La Casa Digitale del Cittadino (progetto realizzato con il sostegno dell’Unione Europea – Fondi Strutturali e di Investimento Europei, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020) si inserisce all’interno di un progetto più ampio che investe la trasformazione digitale dell’Ente ed è stato possibile anche grazie all’avvio contestuale del ‘Citizen Relationship Management’, l’innovativa soluzione tecnologica (pienamente compliant ai principi del Piano Triennale ICT 2020-2022) attraverso la quale gli addetti del back office potranno gestire in modo centralizzato e multicanale il rapporto con i cittadini, così da semplificare i processi e migliorare l’efficienza e la qualità dei servizi offerti.

Con il go live dei sistemi CRM/CDC (Citizen Relationship Management/Casa Digitale del Cittadino), che hanno visto il coinvolgimento del Dipartimento Trasformazione Digitale di Roma Capitale e del Dipartimento Partecipazione, Comunicazione e Pari Opportunità, entra nel vivo l’attuazione del programma Agenda Digitale 2017-2021 (D.G.C. 20/2017). Il fine è quello di migliorare l’accessibilità dei servizi dell’Amministrazione Capitolina in chiave digitale, secondo un modello di interoperabilità dei servizi pubblici che contraddistinguerà la futura Smart City (Piano approvato con D.G.C. 45/2021)”.

Una piattaforma che si prefigge dunque di primaria importanza per la digitalizzazione della popolazione, dei beni e dei servizi di Roma, oltre a una semplificazione di tutti i processi.

La Casa Digitale del Cittadino sarà resa accessibile dalla welcome page e dall’area riservata del Portale Istituzionale, previa autenticazione con le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), con la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o tramite la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

www.comune.roma.it/mypa

Foto Roma Capitale

AGC GreenCom 1 Aprile 2021 21:44