Rincari in arrivo per i clienti Tim. Lo denuncia oggi Consumerismo No profit, che sta ricevendo le proteste di numerosi clienti della società che, in queste ore, sono stati raggiunti da sms in cui si informa delle modifiche tariffarie decise dall’azienda telefonica.

A partire dal prossimo 9 maggio Tim incrementerà di 2 euro i costi mensili di alcune offerte ricaricabili, giustificando tale rincaro con “esigenze legate all’evoluzione delle piattaforme di rete” – spiega Consumerismo – Tra le offerte coinvolte ci sarebbero TIM Five IperGo, con costi mensili che passano da 5 euro a 7 euro al mese, TIM Supreme (da 5,99 euro a 7,99 euro al mese) e TIM Iron (da 6,99 euro a 8,99 euro al mese). Variazioni tariffarie che producono per gli utenti aumenti mensili fino al +40%.

Per indorare l’amara pillola ai consumatori, Tim ha comunicato che i clienti coinvolti nelle rimodulazioni riceveranno 20 Giga Mensili aggiuntivi di traffico dati.

“Con tali rincari Tim colpisce le offerte più economiche utilizzate dagli utenti, imponendo incrementi tariffari tra il +30% e il 40%, regalando Giga che, come noto, per l’azienda non hanno alcun costo – spiega il presidente Luigi Gabriele – Grave anche l’utilizzo della formula “per sempre” usata da Tim per regalare i 20 giga gratis, in quanto nel mondo della telefonia nessuna offerta, come abbiamo visto, è per sempre, e soprattutto il termine “gratis” non esiste quando si tratta di compagnie telefoniche”.

“Riteniamo gli aumenti lesivi dei diritti dei consumatori e del tutto ingiustificati e, pertanto, invieremo una segnalazione ad Agcom e Antitrust affinché avviino le istruttorie del caso sull’ennesima scorrettezza degli operatori telefonici” – conclude Gabriele.  

 

AGC GreenCom 1 Aprile 2021 8:12