22.7 C
New York
mercoledì, Agosto 17, 2022
spot_img

F1, GP Bahrain: Hamilton beffa Verstappen. Segnali positivi da Ferrari

Mentre la Formula E dice addio all’E-Prix di Marrakech, in programma il 22 maggio prossimo, a causa del permanere dello stato di emergenza in Marocco, la Formula 1 procede senza intoppi, regalando a tutti un Gran Premio del Bahrain emozionante vissuto all’insegna del duello per la vittoria tra Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull-Honda). Una gara che sembrava essere alla portata del giovane olandese, che ha recuperato terreno nelle fasi finali sul sette volte campione del mondo, ma perdendo poi terreno dopo essere stato costretto a cedergli nuovamente la prima posizione dopo averlo sorpassato uscendo di pista, come da regolamento.

Tuttavia non è stata certamente una facile vittoria per l’inglese, uscito visibilmente provato da essa, e si poteva benissimo leggere la delusione sul volto di Verstappen, che tuttavia ha affermato al microfono dell’ex pilota e campione del mondo di Formula 1 2009 Jenson Button di essere positivo, sfidando apertamente la Mercedes: “Per come è cominciata quest’anno stiamo lottando con loro ed è bellissimo così”.

Una Red Bull solida, dimostratasi in pista più stabile della sua diretta rivale, stranamente nervosa rispetto all’anno scorso, e che se continuasse su questa linea potrebbe davvero giocarsi qualcosa d’importante.

Mentre a completare il podio ci sta Valtteri Bottas (Mercedes), è giunto quarto Lando Norris su un’ottima McLaren-Mercedes. Da segnalare la grande rimonta di Sergio Perez (Red Bull-Honda), che ha tagliato il traguardo quinto dopo che lo spegnimento improvviso della sua vettura nel giro di formazione lo ha costretto a partire ultimo dai box.

Sesto posto per la Ferrari di Charles Leclerc davanti a Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes), mentre l’ottava posizione di Carlos Sainz conferma come la situazione del Cavallino sia in discreto miglioramento rispetto all’anno scorso. Seppur non siano ancora ai livelli dei primi il progetto della SF21 sembra partire per il verso giusto, se si considera il risultato disastroso del precedente Gran Premio del Bahrain – con Leclerc solo decimo e Sebastian Vettel tredicesimo –.

Nono invece al debutto in Formula 1 il sorprendente Yuki Tsunoda (AlphaTauri-Honda), che ha superato all’ultimo giro l’Aston Martin-Mercedes di Lance Stroll.

Delusione invece per Fernando Alonso, costretto al ritiro nella sua gara di rientro nella massima categoria a causa di un guasto ai freni della sua Alpine dopo aver navigato a lungo in zona punti.

Si preannuncia un campionato con Mercedes e Red Bull protagoniste, e una Ferrari cresciuta rispetto al finale umiliante del 2020, anche se bisognerà aspettare il prossimo 18 aprile 2021 per vedere la seconda gara della stagione, il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna sul Circuito Enzo e Dino Ferrari d’Imola.

Foto Mercedes-AMG Petronas Formula One Team

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli