Il sindaco di centrodestra di Laives, Christian Bianchi augura il fallimento della neonata compagnia aerea altoatesina, SkyAlps, facendo seguito alle locali polemiche sull’aeroporto di Bolzano.

Il nuovo vettore della compagnia che dal 29 maggio dovrebbe operare con velivoli turboelica Dash 8 dal capoluogo altoatesino per Catania, Cagliari e Lamezia Terme. Il rilancio dell’aeroporto Dolomiti di Bolzano, dal quale dal 18 giugno 2015 non decollano e atterrano voli di linea, non è gradito dal sindaco di centrodestra nonostante i collegamenti  ferroviari, ad esempio da Roma, siano sostanzialmente inadeguati. Il  Bianchi che evidentemente se ne intende afferma ”Non posso che augurare a SkyAlps lo stesso grande successo di AirAlps: pochi voli e pochi passeggeri – scrive il primo cittadino – spero che gli aerei che passeranno sopra la nostra testa, siano nel numero più basso possibile. Mi spiace ma Laives resta contro a questo aeroporto”.  Una parte dell’area dove sorge lo scalo aeroportuale rientra infatti nel territorio comunale di Laives.

A prendere posizione è il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia, Alessandro Urzi che si indigna e dice “augurare il fallimento di aziende private, se operano in modo legittimo e trasparente, non lo accettiamo e ci dissociamo”.

L’aeroporto bolzanino non ha più operato con voli di linea dopo il referendum provinciale consultivo del 12 giugno 2016 che aveva registrato il 70% dei votanti contrari al suo finanziamento da parte della Provincia Autonoma di Bolzano. 

Quindi secondo alcuni “Alto Adige first”, tanto in Italia ci si arriva comunque (nota finale di redazione).

Foto di Chistian Bianchi

AGC GreenCom 25 Marzo 2021 17:31