Anche quest’anno Saipem sostiene la Giornata Mondiale dell’Acqua. Siamo fortemente convinti che la transizione energetica in Italia, come negli altri 60 paesi in cui siamo presenti, vada di pari passo con l’uso responsabile dell’acqua. Scrive su linkedin Stefano Cao Chief Executive Officer at Saipem

Di recente la FAO nel suo rapporto annuale “The State of Food and Agriculture” – prosegue-  ha evidenziato come la quantità di acqua potabile disponibile pro-capite sia diminuita del 20% in appena due decenni e quindi la scarsità d’acqua e la siccità dovute al cambiamento climatico colpiscono 1,5 miliardi di persone in tutto il mondo.

Proprio la lotta contro il cambiamento climatico e il rispetto dell’ambiente, oltre ad essere tra le sfide globali dei prossimi decenni, sono pilastri chiave della nostra visione di crescita sostenibile. Portiamo avanti il nostro impegno nella riduzione della dipendenza da combustibili fossili, accompagnando i nostri clienti nella transizione energetica con soluzioni sempre più sostenibili e che mirano ad una riduzione dell’impronta carbonica, investendo in tecnologie rinnovabili e diversificando le nostre attività.

Realizziamo grandi progetti avendo a cuore la sicurezza delle persone e il rispetto dell’ambiente per favorire un futuro più sostenibile: in questo scenario l’acqua ha un ruolo fondamentale e di grande importanza. Da essa dipende la nostra salute e la vita di tutto il nostro Pianeta ed è una priorità assoluta e la sua corretta e consapevole gestione è parte integrante di tutta la nostra strategia ambientale.

L’acqua è un bene prezioso, infatti, non è una risorsa illimitata ed inesauribile e per questo non deve essere sprecata, come purtroppo avviene nel caso delle perdite lungo la catena di distribuzione nei sistemi idrici italiani. Il nostro approccio è focalizzato sulla massimizzazione del riutilizzo dell’acqua laddove possibile e sulla riduzione al minimo del suo consumo in tutti i nostri siti e progetti operativi.

Ogni anno realizziamo una mappatura di tutti quei siti e progetti che si trovano in aree dove c’è scarsità di acqua per promuovere iniziative adeguate alla riduzione del consumo idrico e il contenimento degli impatti sull’ambiente, nonché per identificare opportunità di investimento.

Anche la nuova sede di Saipem a Milano è stata pensata e progettata per mettere in pratica tutte le strategie e le best practice ambientali che promuoviamo e adottiamo nei nostri progetti. Infatti, il nuovo edificio prevederà una significativa riduzione del consumo di acqua potabile grazie all’efficienza delle attrezzature selezionate, al riutilizzo dell’acqua piovana, all’utilizzo di sistemi di irrigazione ad alta efficienza combinati a specie vegetali che richiedono un minimo consumo di acqua.

Oltre alle azioni capillari – conclude Cao-  Saipem ha anche avviato, all’interno delle proprie Divisioni, progetti specifici per affrontare le nuove sfide del futuro tra cui iniziative dedicate al “mercato dell’acqua”. Oggi l’attività di gestione dell’acqua è entrata di diritto nel portafoglio delle nuove energie. Per tale mercato, Saipem si propone di agire come un system integrator che combina tecnologie di trattamento specifiche, in termini di natura e funzionalità, dall’acqua primaria alle acque reflue, in soluzioni affidabili e ottimizzate.

Foto Saipem

AGC GreenCom 22 Marzo 2021 14:27