Alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti e del Ministro francese dell’Economia e delle Finanze, Bruno Le Maire, sono stati firmati oggi al Mise due contratti relativi alla fornitura di lanciatori spaziali e motori da parte di AVIO Spa a controparti francesi.

Il primo contratto, spiega il dicastero di via Veneto, riguarda la fornitura da parte di Avio ad Arianespace di 10 lanciatori VEGA C nel periodo 2023-2024, con un’opzione per altri 4 lanciatori. I vettori VEGA C saranno utilizzati per lanci istituzionali del programma della Commissione UE “Copernicus” e per altre esigenze dell’Agenzia Spaziale Europea e l’Agenzia Spaziale Italiana.

Avio è un’azienda leader nel settore della propulsione spaziale, con sede principale a Colleferro, in provincia di Roma. L’azienda offre soluzioni competitive per lanciare carichi istituzionali, governativi e commerciali in orbita terrestre, attraverso la famiglia di razzi Vega. Le competenze e l’esperienza accumulate in più di 50 anni, permettono oggi ad Avio di competere con gli attori principali nel campo della propulsione solida e liquida per lanciatori spaziali e missili tattici militari.

Nella stessa occasione, Ariangroup e Europropulsion (joint venture paritaria tra AVIO ed Arianegroup) hanno firmato un contratto di produzione per la fornitura, da parte di AVIO, di 34 motori P120 per i vettori Ariane 6 nel prossimo biennio (valore del contratto che oscilla tra 200 e 400 milioni).

La firma dei due contrati rafforza ulteriormente l’eccellente collaborazione tra Francia ed Italia nel settore dei lanciatori che consente all’Europa un accesso autonomo allo spazio. Essi rafforzano altresì la cooperazione bilaterale nella ricerca più avanzata con importanti ricadute sul fronte occupazionale, sia in Italia che in Francia. Hanno firmato: Giulio RanzoAD Avio e Stephane IsraelAD ArianeSpace.

AGC GreenCom 20 Marzo 2021 8:30