Utilizzare i vecchi pneumatici per realizzare poltrone, tavoli e persino scarpe: è il progetto di Kamana Workshop, un’azienda che impiega 12 persone a Kigali, in Ruanda. L’agenzia di stampa DIRE riporta la testata giornalistica testata Africa News  che intervistato Jean de Dieu Kamana, il geniale imprenditore “Nel giardino di casa – racconta- avevo accatastato qualche vecchio copertone. Le persone che venivano a trovarmi li usavano come sedili e così mi è venuto in mente che avrei potuto riutilizzarli per realizzare poltrone. E’ bastato fare qualche ricerca per capire che era possibile”.

La piccola fabbrica recupera gli pneumatici usati, li assembla e li dipinge con vernici dai toni accesi, realizzando set di poltrone con il tavolo da mettere al centro “colorandole con lo stile che ho inventato” ha assicurato il giovane imprenditore. I set di poltrone vengono venduti a 150-200 dollari ciascuno (circa 130-180 euro) mentre le scarpe a soli sei dollari, meno di cinque euro.

In questo modo, non solo Kamana crea posti di lavoro ma contribuisce a contrastare l’inquinamento ambientale: gli pneumatici usati finiscono nelle discariche ma anche per strada o nei fiumi. Secondo l’Agenzia ruandese per la gestione ambientale (Rema), ogni giorno la citta’ produce tra le 1.800 e le 2.000 tonnellate di rifiuti, di cui solo il 10-12 per cento viene riciclato. Il governo ruandese si è dichiarato attento ai temi ambientali e ha lanciato un piano con cui punta a portare al 40 per cento la quota di rifiuti riciclati il 2030. Intervistato sempre da Africa News, Jacques Nsengiyumva, funzionario dell’agenzia Rema, ha confermato che attività come quelle svolte da Kamana Workshop “sono lodevoli e le incoraggiamo”.

Foto agenzia DIRE

AGC GreenCom 18 Marzo 2021 10:20