I timori alimentati dalla sospensione delle vaccinazioni con AstraZeneca in Europa sono che non rallentino o compromettano l’avvio delle campagne in Africa con il farmaco, che si è finora rivelato sicuro, meno costoso e di conservazione più agevole rispetto ad altri: e’ l’auspicio di Richard Mihigo, responsabile dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per il continente.

Un intervento arrivato a poche ore dal nuovo esame e dalle comunicazioni dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema), in programma domani.

Secondo Mihigo, l’Oms è preoccupata che i Paesi africani possano perdere fiducia nel vaccino di AstraZeneca. Il responsabile ha detto che il continente fa affidamento sul farmaco, con gia’ 24 Paesi che hanno ricevuto dosi grazie al meccanismo multilaterale di acquisto e distribuzione Covax.

A sud del Sahara, finora, solo la Repubblica democratica del Congo ha sospeso l’impiego di AstraZeneca. Secondo Mihigo, il rischio è che la decisione di Germania, Francia, Italia e altri Paesi europei, a seguito di alcuni casi di trombosi, finisca per alimentare ansie e dubbi pur in assenza di evidenze scientifiche.

Foto agenzia DIRE

AGC GreenCom 17 Marzo 2021 9:17