L’ultima missione del più grande visionario degli ultimi trenta anni, è finalmente diventata realtà. Si tratta di Starlink, una costellazione artificiale composta da migliaia di satelliti che garantiranno a tutti l’accesso a Internet, anche nelle zone più isolate.

L’idea iniziale fu di Greg Wyler che nel 2012 fondò la OneWeb proprio con l’intenzione di “abilitare l’accesso Internet a tutti” ma poi abbandonò il progetto. Elon Musk che nel frattempo aveva incontrato Wyler, decise di proseguirne lo studio e la realizzazione, e nel 2015 a Seattle fondò la Starlink.

Dopo un timido inizio, nel 2019 ci fu un’accelerazione e il lancio di un gran numero di satelliti, seguiti dai primi Tweet di Elon Musk che utilizzava lo Starlink per verificarne il funzionamento. Ci furono poi lanci di altri lotti di satelliti e altri cospicui finanziamenti, si parla infatti di 885,5 milioni di dollari da parte della FCC statunitese.

Gli Starlink sono dotati di quattro antenne rivolte verso la Terra e dagli ultimi test effettuati dagli stessi utenti, il segnale ricevuto arriva ad una velocità di 100 Megabit al secondo in download e 20 Megabit al secondo in Upload, per meno di 31 millisecondi di latenza.

L’obiettivo finale del Team è raggiungere la velocità di 1 Gigabit per secondo, inviando sempre più lotti nell’orbita bassa, al fine di fornire un segnale costante.

Lo scorso mese la SpaceX ha avviato ufficialmente la fase di pre-ordine dei satelliti in alcune zone degli Stati Uniti, Canada, Regno Unito e anche Italia, tutto tramite il sito ufficiale Starlink.  Gli utenti interessati potranno quindi iscriversi per ottenere uno starter-kit, contenente antenna, router Wi-Fi, alimentatori e cavi, per la modica cifra di 99 euro.

AGC GreenCom 16 Marzo 2021 17:54