Con Iveco, Engie e Vulcangas a un anno dalla sua inaugurazione, la stazione di rifornimento di strada Cascinette a Torino  sarà la prima stazione nel Nord-Ovest a erogare biometano (Bio-LNG e Bio-CNG), vettore energetico 100% green e made in Italy.

Il biogas per la stazione viene prodotto da un impianto situato in provincia di Lodi, purificato e liquefatto sul posto e successivamente trasportato presso la stazione. La stazione è punto di immissione a consumo del biometano, erogando combustibile verde di matrice organica, a chiusura di una filiera 100% green. Inaugurata lo scorso febbraio 2020.

La stazione, che copre una superficie di oltre 5mila m2, e’ ubicata nella sede industriale del gruppo CNH Industrial, su strada delle Cascinette, nella zona strategica a est di Torino, all’incrocio della rete di trasporto (autostrade e tangenziale) e adiacente a una sede della concessionaria Iveco Orecchia, dealer Iveco di riferimento per la Provincia di Torino e la Valle d’Aosta.

E’ stata realizzata in particolare per i veicoli pesanti, ed è composta da due erogatori di LNG (Gas Naturale Liquefatto) e quattro di CNG (Gas Naturale Compresso) e da una colonnina di ricarica per veicoli elettrici alimentati da un impianto fotovoltaico situato sul tetto.

Nel corso dell’evento cui hanno preso parte – tra gli altri – Fabrizio Buffa, Iveco Italy Market Alternative Propulsions Manager, Matthieu Bonvoisin, Direttore della Business line District Heating & Power di ENGIE Italia e Andrea Bosi, Key Account Manager Vulcangas, in collegamento streaming dalla stazione è stato effettuato il primo rifornimento in Piemonte di un IVECO S-WAY con Bio-LNG, reso possibile grazie al contributo e alla partecipazione attiva di tutta la filiera.

In particolare, il veicolo “demo unit” della concessionaria Iveco Orecchia – utilizzato per il rifornimento – e’ disponibile in prova per i clienti interessati a testare sul campo il nuovo combustibile “100% green”.

Il gas naturale liquefatto (LNG) rispetto al diesel, al GPL o ai combustibili tradizionali, permette gia’ un abbattimento del 95% delle polveri sottili (PM), del 90% del diossido di azoto (NO2) e una riduzione significativa delle emissioni di CO2. Il biometano, quale carburante carbon free permette un impatto ambientale praticamente nullo.

Durante l’evento, organizzato in collaborazione con il CIB – Consorzio Italiano Biogas – , i tre partner si sono confrontati nel corso di un webinar dal titolo “La transizione energetica continua: il primo miglio è a biometano” con un focus sul futuro del biometano, e del Bio-NG in particolare, e sullo sviluppo di nuove strategie mirate a migliorare la sostenibilità dei trasporti.

Foto NGV Italy

AGC GreenCom 15 Marzo 2021 17:35