La Camera dei deputati del Messico ha approvato una legge che legalizza l’uso ricreativo della marijuana autorizzando un possesso per uso personale fino a 28 grammi ed anche la coltivazione in proprio.

Ora la legge, passata alla Camera con 316 voti favorevoli, 129 contrari e 23 astensioni, dovrà essere ratificata al Senato entro il 30 aprile.

Pablo Gomez Alvarez, coordinatore del partito di governo Morena, che sostiene la misura insieme ad altri partiti della sinistra e Verdi, ha definito la legge “un primo grande passo per uscire dagli anni del proibizionismo e del dogmatismo reazionario che hanno prodotto violenza, persecuzione e corruzione”.

I partiti che si sono opposti alla legge hanno invece lanciato l’allarme sul rischio di un aumento del consumo della droga leggera, sottolineando che bisognerebbe portare a 21 anni l’età minima per il consumo ricreativo, che ora nella proposta di legge è di 18 anni.

AGC GreenCom 11 Marzo 2021 8:47