Morto in un incidente aereo all’età di 69 Olivier Dassault, industriale e membro del parlamento francese. Erede di un colosso dell’aviazione che produceva jet privati Falcon, e aerei da combattimento. Possedeva inoltre molte attività, tra cui editoria e giornali e proprietario del quotidiano francese Le Figarò.

Lo schianto dell’elicottero sui cui viaggiava è avvenuto domenica 7 marzo nella città di Touques in Normandia; nell’incidente ha perso la vita anche il pilota. L’agenzia nazionale francese per le indagini sugli incidenti aerei, BEA, ha detto che l’elicottero Eurocopter AS 350 si è schiantato subito dopo il decollo, effettuato da un “terreno privato”.

Secondo la rivista Forbes Dassault era al 361esimo posto al mondo per ricchezza, insieme ai due fratelli e alla sorella, con un patrimonio di circa 5 miliardi di euro ciascuno. Olivier era nipote dell’industriale Marcel Dassault, che fondò la Dassault Aviation. L’imprenditore ha ricoperto posizioni esecutive presso il gruppo Dassault, di proprietà della famiglia, oltre a servire nell’Assemblea nazionale come deputato del partito conservatore dei Repubblicani.

Il premier francese, Jean Castex, ha ricordato Olivier Dassault come “un deputato umanista, un imprenditore visionario, un uomo profondamente impegnato nel suo Paese, un artista con un’audacia elegante”.

AGC GreenCom 8 Marzo 2021 19:09