Secondo quanto riporta Ian Allen sul sito di intelligence  Intelnews.org (sito specializzato su notizie di intelligence e strategie militari) i Servizi venezuelani ha spiato i dirigenti della Citgo Petroleum Corporation negli Stati Uniti, una importante compagnia petrolifera proprietà del Governo venezuelano con base a Huston nel Texas. Secondo la testimonianza in un tribunale venezuelano di un ex funzionario del controspionaggio venezuelano l’operazione di intelligence si sarebbe protratta per almeno un anno .

L’obiettivo erano sei dirigenti della Citgo, Gustavo Cardenas, Jose Luis Zambrano, Jose Pereira, Alirio Jose Zambrano, Tomeu Vadell e Jorge Toledo e cinque di loro sarebbero cittadini americani.

Nel 2017 il governo venezuelano ha accusato i sei dirigenti di coinvolgere consapevolmente Citgo in un contratto di rifinanziamento corrotto, danneggiando il benessere finanziario dell’azienda. Sono stati quindi arrestati a Caracas e lo scorso anno condannati a pene detentive da otto a 13 anni.

Il governo degli Stati Uniti ha invece contestato i procedimenti giudiziari per mancanza di imparzialità e alla fine dello scorso anno ha imposto sanzioni al giudice e ai principali Procuratori del caso.

Mercoledì scorso l’agenzia di stampa Reuters ha affermato di aver esaminato i documenti del Tribunale d’Appello della cosiddetta “Citgo Six”. I documenti includono la testimonianza di Ramon Balza, che nel 2017 è stato direttore delle operazioni per la Direzione generale del controspionaggio militare (DGCIM).  La DGCIM è l’agenzia di controspionaggio militare del Venezuela.

Secondo la Reuters, l’11 agosto Balza ha detto alla corte d’appello che la DGCIM e altre agenzie di intelligence venezuelane hanno monitorato alti funzionari Citgo “da quando [Citgo] è diventata venezuelana”, aggiungendo che il monitoraggio includeva la sorveglianza fisica e le intercettazioni telefoniche.

La testimonianza di Balza indica che la DGCIM e altro personale dell’intelligence venezuelana hanno spiato i sei (e forse altri) dirigenti della società petrolifera sul suolo americano prima del loro arresto nel 2017. È anche possibile, scrive la Reuters, che lo spionaggio contro i dirigenti sia stato effettuato da “non -agenti” all’estero diplomatici del Venezuela.

Foto Intelnews.org

AGC GreenCom 6 Marzo 2021 17:23