Prosegue l’impegno dell’Esercito americano volto alla ricostituzione di unità specificamente dedicate alla guerra elettronica. Oltre all’approvvigionamento di nuovi sistemi, lo US Army sta creando nuovi reparti che andranno ad integrarsi all’interno di ogni Brigade Combat Team.

Tali unità utilizzeranno la nuova piattaforma integrata per operazioni offensive cyber/EW/SIGINT TLS-BCT (Terrestrial Layer Syste – Brigade Combat Team) in via di acquisizione dallo US Army e la cui entrata in servizio dovrebbe avvenire nella seconda metà del 2022.

I migliori centri di comando cercano di incorporare capacità EW praticamente a tutti i livelli mentre i combattenti cercano di recuperare anni di tempo perduto, rapporti di elettronica militare e aerospaziale.

Il drone MQ-1C Grey Eagle della General Atomics ha ricevuto un aggiornamento EW tramite il pod Air Large di Lockheed Martin. La necessità di dominare lo spettro elettromagnetico non è mai stata così alta per le forze armate statunitensi dalla fine della Guerra Fredda. Usando la guerra elettronica (EW), le filiali sotto l’egida del Dipartimento della Difesa (DOD) possono attaccare e proteggere i combattenti e le risorse militari americane, riferisce l’elettronica militare e aerospaziale. Continua a leggere l’articolo originale.

Jeff Bateman, line manager dei prodotti FPGA (field-programmable gate array) presso Curtiss-Wright Defense Solutions a Santa Clarita, in California, afferma che l’utilizzo di veicoli senza pilota per EW consentirà lo sciame di un gran numero di droni. Ad esempio, una maggiore larghezza di banda del sensore potrebbe essere soddisfatta aggiornando le schede RF e di conversione dati, mentre l’aggiornamento alle nuove schede DSP o GPGPU soddisfa i requisiti di elaborazione più elevati”..

DSP sta per elaborazione del segnale digitale, mentre GPGPU sta per unità di elaborazione grafica per scopi generali.

Le piattaforme di guerra elettronica stanno anche seguendo le tendenze dell’industria militare e aerospaziale nell’abbracciare gli standard dei sistemi aperti. “Gli standard aperti semplificano la creazione di sistemi EW altamente integrati e scalabili in grado di stare al passo con i requisiti delle applicazioni in continua evoluzione”, afferma Bateman di Curtiss-Wright. “Ad esempio, una maggiore larghezza di banda del sensore potrebbe essere soddisfatta aggiornando le schede di conversione RF e dati, mentre l’aggiornamento alle nuove schede DSP o GPGPU soddisfa i requisiti di elaborazione più elevati.

“L’uso di standard aperti facilita l’integrazione tra i diversi pezzi della catena tecnologica del sistema EW”, continua Bateman. “Quindi, puoi avere un sintonizzatore che trasmette i dati in una forma standardizzata, come VITA 49 (VRT – VITA Radio Transport) a un dispositivo basato su FPGA o SBC. Il dispositivo ricevente può quindi importare i dati in modo standardizzato, quindi elaborarli. Quindi, l’integrazione di componenti provenienti da parti diverse di Curtiss-Wright o anche da società diverse è facilitata da tale standardizzazione “.

Uno standard in evoluzione, soprannominato VRT, offre un protocollo coerente per queste interconnessioni per migliorare l’interoperabilità, la manutenibilità e l’aggiornamento. La tecnologia software radio si è evoluta costantemente negli ultimi 25 anni con una distribuzione diffusa praticamente in ogni piattaforma commerciale, di consumo, governativa, industriale e militare nell’intero spettro di radiofrequenze. Un flusso costante di innovazioni nella tecnologia di conversione dati, dispositivi DSP (digital signal processor), interconnessioni di sistema, processori, software, strumenti di progettazione e tecniche di confezionamento aumenta continuamente i livelli di prestazioni e riduce le dimensioni, il peso, il costo e la potenza dei sistemi radio software.

Questa rapida esplosione di applicazioni è caratterizzata da interfacce proprietarie ad-hoc tra ogni elemento del sistema. Lo standard in evoluzioneVRT offre un protocollo coerente per queste interconnessioni per migliorare l’interoperabilità, la manutenibilità e l’aggiornamento.

Foto Intelligent Aerospace General Atomics’ MQ-1C Gray Eagle drone received an EW upgrade via Lockheed Martin’s Air Large pod.

AGC GreenCom 27 Febbraio 2021 15:25