25.6 C
New York
giovedì, Agosto 11, 2022
spot_img

SpaceX: le cause del mancato atterraggio di Falcon 9

C’è poca chiarezza sulle motivazioni per le quali il razzo Falcon 9 di SpaceX, una volta eseguito con successo il compito di portare in orbita i nuovi satelliti per la connessione a banda larga (starlink), non sia riuscito a rientrare correttamente sulla chiatta-drone OCISLY.

Dopo un breve ma preoccupante silenzio iniziale, il consulente senior per la costruzione e l’affidabilità del volo in SpaceX, Hans Koenigsmann, cerca di tranquillizzare la situazione con un report, nel quale affronta il problema avuto dal razzo nella sua ultima missione. Il problema sarebbe avvenuto a causa di un danno cagionato dal calore, ancora niente di certo, con SpaceX che nel frattempo continua le indagini interne.

Come dichiarato da Elon Musk stesso tempo addietro, non c’è nulla di cui preoccuparsi, l’affidabilità dei suoi razzi Falcon 9 è decisamente elevata e potrebbero volare, con un minimo di manutenzione, almeno dieci volte. Effettivamente per l’unità B1059, ovvero quella che avrebbe fallito l’atterraggio, era già al suo sesto lancio: prima aveva volato per due missioni di rifornimento della Station Spaziale Internazionale, per il lancio dei satelliti SAOCOM 1B e NROL-108 e infine per una missione Starlink.

Per SpaceX ogni rientro è fondamentale, anche quelli falliti, in quanto permette di acquisire ulteriori informazioni su come e dove fare manutenzione. Le aree critiche secondo Koenigsmann sarebbero la protezione termica e alcuni componenti del motore. Concludiamo questo articolo ricordando l’importanza e l’interesse intorno ai razzi riutilizzabili, che stanno interessando sempre più Paesi in tutto il mondo.

 

Foto di SpaceX, Kennedy Space Center, Florida

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli