Il  report settimanale della Cabina di regia sul Covid dimostra chiaramente che Italia la curva epidemiologica continua ad aumentare e nella mappa del contagio lunedì tornano di colore rosso Basilicata e il Molise mentre Lombardia, Piemonte e Marche passano dal giallo all’arancione. In controtendenza la Sardegna che diventa la prima regione a passare nella zona bianca.

Dopo i lenti peggioramenti l’epidemia è entrata in una fase di “chiara accelerazione nell’aumento dell’incidenza nazionale” si legge nel report settimanale

Le regioni classificate a rischio alto passano da una a cinque (Abruzzo, Lombardia, Marche, Piemonte, Umbria) e “si conferma per la quarta settimana consecutiva un peggioramento nel livello generale del rischio”. 

L’incidenza nazionale si allontana quindi dalla soglia dei 50 casi per 100mila abitanti, superano   la soglia di 250 casi per 100mila abitanti nella Provincia Autonoma di Bolzano (539,01 per 100mila abitanti), e nella Provincia Autonoma di Trento (309,12 per 100mila abitanti).

Quattro regioni (Abruzzo, Emilia Romagna, Molise e Umbria) hanno un’incidenza maggiore di 200 casi per 100mila abitanti.  Complessivamente, il numero di persone ricoverate in terapia intensiva aumenta da 2.074 a 2.146 a causa anche della nuova variante “inglese”.

“Alla luce dell’aumentata circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità e del chiaro trend in aumento dell’incidenza su tutto il territorio italiano, sono necessarie ulteriori urgenti misure di mitigazione sul territorio nazionale e puntuali interventi di mitigazione/contenimento nelle aree a maggiore diffusione per evitare un rapido sovraccarico dei servizi sanitari” si legge nel report. 

In Europa, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) segnala che 13 Paesi hanno notificato un aumento dei casi e dei tassi di positività ai test, mentre i ricoveri in terapia intensiva e le ospedalizzazioni sono aumentati rispetto alla settimana precedente in 26 paesi, con i reparti occupati al 25% della capienza.

“Sebbene la situazione epidemiologica generale stia migliorando nella maggior parte dei paesi, i valori assoluti di questi indicatori rimangono alti, suggerendo che la trasmissione è ancora diffusa” dice l’ECDC.

Nella mappa del rischio in  Francia cresce la la situazione epidemiologica in alcuni dipartimenti, peggiorata a causa della maggiore circolazione della variante inglese: Nizza, Cannes e altre località della Costa Azzurra saranno in lockdown per la terza volta dall’inizio della pandemia dopo il boom di contagi che si e’ registrato nelle ultime settimane. Nelle ultime 24 ore la Francia ha fatto registrare 25.403 nuovi positivi e 261 morti, con il tasso di positivita’ al 6,9%.

Nel Regno Unito i casi continuano a diminuire, con percentuali che vanno dal 2% al 6% al giorno. 

Negli Stati Uniti si notano i primi probabili effetti del vaccino, con i casi, le ospedalizzazioni e i decessi delle fasce più anziane e dei residenti delle case di cura in netta discesa. Il Brasile invece ha superato i 251mila decessi con un record di morti giornaliere (1.582).

AGC GreenCom 27 Febbraio 2021 16:26