Il percorso “Bbetween 2021 Civic engagement – DeplastificAZIONE – Life Beyond Plastic” si pone come obiettivo lo stop all’inquinamento massiccio delle acque a causa dei rifiuti di plastica scaricati all’interno di esse. Si parla di cifre che vanno dai 5 ai 13 milioni di tonnellate ogni anno, e secondo una stima recente entro il 2050 ci sarà più plastica che pesce se si continua a questo ritmo.

“Bbetween 2021 Civic engagement – DeplastificAZIONE – Life Beyond Plastic”, una proposta dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca di concerto con l’Istituto Oikos e con l’aiuto dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, affronta il tema delicato della salvaguardia della biodiversità marina, salito alla ribalta in questi giorni dopo l’approvazione della direttiva europea che bandisce alcune plastiche monouso, assieme a diverse azioni di sensibilizzazione collettiva. Il percorso cerca dunque di mettere al centro la partecipazione di tutti in questo processo, che altrimenti non risulterebbe efficace.

Consultabile online sulla piattaforma Open.Bicocca, esso comprende la registrazione di un convegno tenutosi in diretta streaming mercoledì 24 febbraio e quattro unità didattiche, disponibile entro il 5 dicembre 2021. Esso verte su temi come il mantenimento della pulizia delle acque dolci e salate, la protezione della fauna legata ad esse, la raccolta, il trattamento, lo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti.

La partecipazione al percorso è completamente gratuita, e ci si può iscrivere al seguente link: https://open.elearning.unimib.it/.

Foto Istituto Oikos Onlus

AGC GreenCom 25 Febbraio 2021 18:04