Incontro tra regione Calabria e Reti ferroviarie italiane sullo stato degli interventi previsti dal protocollo alla velocizzazione della linea ferroviari jonica. Secondo quanto verificato dall’assessore ai Trasporti Domenica Catalfamo assieme ai rappresentanti di Rfi, risultano realizzate per circa l’80% le opere di rinnovo dei binari da Rocca Imperiale (Cosenza) a Melito (Reggio) passando per Catanzaro lido. Entro il 2026, inoltre, la tratta Sibari-Catanzaro-Lamezia sarà completamente elettrificata e partiranno gli interventi per la tratta a sud del capoluogo di regione “la cui progettazione – attesta l’assessore Catalfamo – è stata accantonata per 15 anni ed è finalmente ripresa grazie alle pressanti sollecitazioni della Calabria sul Rfi”. 

Anche se non completati, avanzano i lavori di elettrificazione in corrente continua a 3000 Volt della ferrovia Jonica tra Sibari e Catanzaro Lido. Nella seconda metà di agosto risultava completata la palificazione elettrica da Sibari (km 124) a poco oltre la stazione di Cirò (km 208 ), con l’eccezione di alcuni piazzali di stazione tra cui quello di Cariati. I pali di tipo LS, ancorati sui plinti come in uso da alcuni anni a questa parte.

Sempre ad agosto dello scorso anno risultava ancora priva di palificazione la tratta da sud di Cirò a Crotone 30 chilometri, che include anche le stazioni di Torre Melissa e Strongoli oltre al P.M. Gabella.

A sud di Crotone i pali sono già posizionati sino a Catanzaro Lido  con l’eccezione di Cutro  attigua galleria che con i suoi 2722 metri è la più lunga di tutta la ferrovia Jonica. È  in corso la valutazione da parte di RFI per la costruzione di una nuova galleria affiancata alla già esistente o per la realizzazione di una variante di tracciato, che potrebbe seguire l’andamento costiero favorendo anche un eventuale collegamento su ferro verso l’aeroporto di Crotone Sant’Anna.

I lavori di elettrificazione della tratta Sibari – Catanzaro Lido, lunga 172 km, hanno avuto inizio il 30 agosto 2018  e dovrebbero concludersi entro il 2023. RFI ha investito 150 milioni di euro, a cui si aggiungono circa 350 milioni per il rinnovo dell’armamento, soppressione di numerosi passaggi a livello presenti sul tracciato e rinnovamento delle stazioni.

AGC GreenCom 23 Febbraio 2021 19:17