Per Saipem in Qatar contratto di 1,7 milioni di dollari sottoscritto con Qatargas destinato allo sviluppo offshore del North Field Production Sustainability Project, situato al largo della costa nord-orientale della penisola del Paese del Golfo. Nuova acquisizione che rientra nel portafoglio ordini al 31 dicembre 2020.

Lo scopo dell’attività della società italiana di San Donato milanese comprende l’ingegneria, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione di diversi impianti offshore per l’estrazione e il trasporto di gas naturale tra cui piattaforme, strutture di supporto e collegamento, cavi sottomarini e condotte rivestite internamente con materiali anticorrosivi. Il progetto comprende inoltre il decommissioning di una condotta e altre significative modifiche a strutture offshore esistenti.

Le operazioni di varo e sollevamento saranno eseguite dalla nave DE HE in acque profonde circa 65 metri, sfruttando la tecnologia proprietaria di Saipem per la saldatura di condotte anticorrosione, allo scopo di soddisfare i rigorosi requisiti di qualità del Cliente. Il progetto incrementerà la capacità di produzione originaria del giacimento di gas a 110 milioni di tonnellate all’anno.

Questo nuovo contratto, che consolida la posizione del Gruppo in Qatar, è il più recente di una serie di altri progetti assegnati a Saipem dal suo ritorno nel Paese nel 2018 con il progetto Barzan, oggi in fase di completamento. Saipem sta già realizzando il progetto Jacket WHP12N, assegnato a luglio 2020, che fa parte dello sviluppo del North Field Production Sustainability Offshore Project.

Oltre l’ultima acquisizione del contratto di 1,7 milioni di dollari, sempre nell’ambito del programma di sviluppo complessivo del North Field Production Sustainability Offshore Project, Saipem ha ricevuto da Qatargas una Letter of Intent per il pacchetto contrattuale riguardante le condotte di esportazione offshore e relativi lavori onshore del North Field Production Sustainability Pipelines Project. L’aggiudicazione di questo pacchetto aggiuntivo è subordinata alla definizione dei dettagli contrattuali e all’approvazione finale del Cliente.

Nel Qatar, Saipem ha anche recentemente ampliato i propri uffici, potenziando la propria capacità di fabbricazione attraverso la collaborazione con un cantiere locale, per poter offrire uno schema di esecuzione sostenibile basato nel Paese.

“Saipem vanta un buon posizionamento in Qatar e sta eseguendo con successo diversi contratti nel Paese – ha commentato Stefano Porcari, Chief Operating Officer (COO, Direttore operativo) della Divisione E&C Offshore di Saipem – che costituisce per noi un mercato chiave, con diversi investimenti offshore attesi per il prossimo futuro. Questa aggiudicazione da parte di Qatargas consolida la nostra posizione nel settore del gas, conferma il nostro ruolo strategico nella transizione energetica e rappresenta una prova di fiducia nell’esperienza e comprovata abilità di Saipem nel realizzare e completare con successo progetti sfidanti. Conferma, inoltre, il valore e l’efficacia del modello di early engagement adottato attraverso la nostra Divisione XSIGHT (settore creato nel 2017 dedicato ai servizi di ingegneria ad alto valore aggiunto, n.d.r.) che ha recentemente concluso, in anticipo sui tempi, il contratto di Front-End Engineering Design per l’intero programma di sviluppo di NFPS”.

La divisione XSIGHT si avvale dell’esperienza maturata da Saipem nei contratti di costruzione chiavi in mano anche nelle fasi concettuali e di definizione iniziale dei progetti. XSIGHT ha abbracciato le sfide tecnologiche e di digitalizzazione dell’industria 4.0 puntando sullo sviluppo di nuove metodologie di progettazione collaborativa come la piattaforma XDim, l’analisi dei dati con Captix, ponendosi l’obiettivo di cambiare il tradizionale sviluppo sequenziale dei progetti proponendo il pacchetto di sviluppo accelerato GoBuild.

Foto Saipem: nave DE HE

AGC GreenCom 22 Febbraio 2021 12:28