Il costruttore giapponese Taisei Corp. ha sviluppato una tecnologia innovativa in grado di convertire l’anidride carbonica emessa dai propri stabilimenti e scorie d’altoforno, sottoprodotto della lavorazione dell’acciaio, in calcestruzzo. Il prodotto e’ destinato alla commercializzazione entro il 2030.

Il processo di produzione del materiale, che sarà a zero emissioni, elimina l’uso del cemento, la cui produzione ha un forte impatto sull’ambiente, e rende il calcestruzzo capace di prevenire la corrosione dell’acciaio assorbendo CO2, introdotto tramite una miscela di calcio e CO2.

I problemi di compattezza del nuovo materiale cosi’ ottenuto sono stati superati dall’azienda giapponese con l’aggiunta nell’impasto delle scorie dell’altoforno.

“Il processo di produzione non richiede alcuna struttura aggiunta e il calcestruzzo ottenuto ha le stesse proprietà, prestazioni e lavorabilità dei tipi convenzionali”, ha dichiarato l’azienda in un comunicato stampa.

L’innovazione della Taisei giunge nel pieno degli sforzi del governo del primo ministro Yoshihide Suga per il raggiungimento dell’ambizioso obiettivo di zero emissioni entro il 2050.

AGC GreenCom 22 Febbraio 2021 9:34