Il volo Emirates EK215 Dubai-Los Angeles di domenica 21 febbraio con Boeing 777-300ER  partito alle ore 08.30 dalla Capitale degli Emirati Arabi Uniti ha viaggiato con l’intero team di dipendenti della Compagnia completamente vaccinato contro il Coronavirus. A ricevere il vaccino sono stati tutti coloro che sono impegnati in ogni singola fase del volo: dagli addetti al check-in, alla sicurezza e alle lounge di Business e First Class; passando per coloro che operano all’interno del velivolo (piloti inclusi), fino agli ingegneri e gli addetti ai gate di imbarco. Vaccinati anche i membri dei team SkyCargo e quanti coinvolti nelle operazioni logistiche e di carico. E’ la prima volta al mondo che un aerolinea ha effettuato un collegamento aero su lunga distanza in condizioni di assoluta sicurezza.

L’unità del Gruppo Emirates incaricata della vaccinazione ha iniziato ad operare a pieno regime da oltre un mese e, fino ad oggi, quasi 26.000 dipendenti (ovvero il 44% della forza lavoro), hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino (Pfizer-BioNTech o Sinopharm).

“La nostra forza lavoro è in prima linea per consentire alle persone di spostarsi e ai beni essenziali di giungere nei luoghi di destinazione – ha dichiarato Adel Al Redha, Responsabile Operativo di Emirates – poiché proteggere il nostro personale con il vaccino è importante, sia per loro che per i membri delle comunità dei Paesi nei quali operiamo. Permette inoltre il corretto andamento delle operazioni e garantisce ai nostri clienti un ulteriore livello di protezione. La richiesta di vaccinazioni da parte dei nostri dipendenti è stata alta ed il tasso di vaccinazioni all’interno della Compagnia cresce di giorno in giorno. Ringraziamo anche i vertici degli Emirati Arabi Uniti per aver reso disponibili nel paese tre tipi di vaccini e per il loro costante impegno nel sostenere un ampio programma nazionale di vaccinazione”. Sono quasi 5.000 i membri degli equipaggi di volo hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino Covid-19. I centri di vaccinazione del Gruppo Emirates sono operativi 12 ore al giorno dell’intera settimana, festivi compresi, al fine di consentire la vaccinazione prioritaria di tutti i dipendenti che operano in prima linea.

“Fin dall’inizio della pandemia – ha aggiunto Al Redha – Emirates ha implementato importanti misure di sicurezza al fine di proteggere, in via prioritaria, la sicurezza e la salute di clienti e dipendenti in tutte le fasi del viaggio. Grazie al procedere spedito delle vaccinazioni, sempre più voli saranno presto operati con tutti i dipendenti vaccinati. Siamo anche fiduciosi che, grazie al numero sempre maggiore di persone vaccinate, insieme anche alle rigide misure di sicurezza attive, potremo tutti guardare con più fiducia ad un allentamento delle stringenti linee guida in vigore per quanto riguarda le frontiere dei Paesi”.

Nella lotta al Covid-19 gli Emirati Arabi Uniti vantano, attualmente, uno dei più alti tassi di vaccinazione al mondo per quanto riguarda cittadini e residenti. Finora, gli Emirati Arabi Uniti hanno somministrato oltre 5,4 milioni di dosi di vaccino, con un tasso di distribuzione nel paese di 55,27 dosi per 100 persone, il secondo più alto al mondo (secondo gli ultimi dati riportati nel database di un sito web di ricerca con sede presso l’Università di Oxford).

Foto Emirates

AGC GreenCom 22 Febbraio 2021 18:07