Rafforzamento controlli alle frontiere da Governo Regno Unito: British Airways risponde con l’annuncio di espandere il trial della VeriFLY digital health app a tutti i voli internazionali in entrata nel Regno Unito. Espansione, in vigore da domani 15 febbraio, progettata per aiutare coloro che possono viaggiare a soddisfare le mutevoli esigenze di ingresso e facilitare un viaggio senza interruzioni, assicurando che i clienti siano pronti a volare e abbiano la documentazione appropriata in atto, prima di partire per l’aeroporto.

La sperimentazione fa parte del lavoro della compagnia aerea di bandiera del Regno Unito per esplorare digital health travel wallet and document verification solutions (portafoglio da viaggio sanitario e soluzione per verifica dei documenti), aiutando i clienti e supportando il Governo nel garantire la conformità con i requisiti di ingresso in Gran Bretagna.

La notizia arriva quando l’ex Presidente e CEO di Air France Alexandre de Juniac, ora CEO e Direttore Generale di IATA (International Air Transport Association, l’0rganizzazione internazionale delle compagnie aeree con sede a Montreal, in Canada), ha ribadito che stava lavorando a stretto contatto con IAG, società madre di British Airways, allo IATA Travel Pass app, che è in fase di sviluppo quasi pronta per il lancio nelle prossime settimane.

“Sappiamo che digital health apps and wallets diventeranno molto comuni quando i viaggi riapriranno – ha dichiarato Sean Doyle, CEO di British Airways – e stiamo esplorando ogni soluzione disponibile per supportare i clienti idonei e il Governo del Regno Unito, sia durante questo periodo di viaggi limitati, sia in preparazione per un momento in cui le restrizioni saranno allentate, quando speriamo che molte più persone saranno in grado di riprendere a volare”.

VeriFLY può essere scaricata su un dispositivo mobile ed è progettata per offrire la massima tranquillità prima del viaggio, controllando che i clienti soddisfino i requisiti di ingresso della loro destinazione, fornendo una digital health document verification e confermando l’idoneità. L’utilizzo dell’app VeriFLY sarà facoltativo e i clienti continueranno inoltre a poter dimostrare di soddisfare i requisiti di ingresso di un paese al momento del check-in.

L’app è stata sviluppata con la società di software privata Daon (società internazionale di software di biometria e assicurazione dell’identità fondata nel 1999 dall’imprenditore irlandese Dermot Desmond) che collabora anche con alcune delle principali società bancarie e di carte di credito del mondo. Il software consentirà alle persone di combinare la verifica dei documenti di viaggio e i Covid-19 test results in un unico posto, assicurando che i viaggiatori siano pienamente conformi ai requisiti di ingresso per la loro destinazione prima di lasciare casa. I clienti certificati verranno seguiti rapidamente in aeroporto, dove saranno disponibili banchi appositamente designati per il check-in.

British Airways aveva in precedenza annunciato che sarebbe stata la prima compagnia aerea del Regno Unito a iniziare a testare VeriFLY ed è stata data la possibilità ai clienti di utilizzarla, dal 4 febbraio, su tutti i voli da Londra agli Stati Uniti. Da allora, il trial è stato esteso per offrire ai clienti sui voli in entrata per il Regno Unito dagli Stati Uniti la possibilità di utilizzarla.

American Airlines, partner di British Airways nell’alleanza globale oneworld, offre ai clienti l’opportunità di utilizzare VeriFLY quando viaggiano negli Stati Uniti da tutte le destinazioni internazionali. British Airways sta infatti conducendo contemporaneamente testing trial con American Airlines e oneworld su alcune rotte dagli Stati Uniti al Regno Unito. I risultati del processo saranno condivisi con l’Università di Oxford, il partner accademico del processo, e con i Governi di entrambi i Paesi.

Foto: British Airways

AGC GreenCom 14 Febbraio 2021 13:37