E’ stata presentata l’edizione 3.0 del Libro Bianco realizzato da ANIE Energia, associazione di Federazione ANIE (aderente a Confindustria, rappresenta le imprese elettrotecniche ed elettroniche) e RSE (Ricerca sul Sistema Energetico) dal titolo “L’accumulo elettrochimico di energia. Nuove regole, nuove opportunità”.

 

Con 430 partecipanti, l’evento online si è aperto con i saluti introduttivi di Federica Guidi, Presidente ANIE-Energia e di Maurizio Delfanti, Amministratore Delegato di RSE.

Il successo dell’evento di oggi è la riprova di come il Libro Bianco si sia ormai affermato come documento di riferimento per la filiera dell’energia. Credo siano soprattutto l’approccio molto concreto e l’autorevolezza della ricerca alla base del lavoro a rendere il nostro Libro Bianco un documento di imprescindibile consultazione per chi si occupa di Sistemi di Accumulo elettrochimico. E’ importante sottolineare che l’attività congiunta tra ANIE ed RSE sta continuando e genererà già nell’anno in corso alcune pubblicazioni interessanti tra cui uno studio sull’accumulo di energia elettrica in forma di idrogeno, il cosiddetto “power to gas”, ha commentato Guidi.

In questa nuova edizione del Libro Bianco, che rappresenta solo una delle numerose occasioni di collaborazione tra RSE e ANIE Energia, attraverso competenze sinergiche (e ormai ben integrate) abbiamo posto sotto la lente gli aspetti determinanti lo scenario evolutivo dei sistemi di accumulo elettrochimico. La maturità tecnologica, con la riduzione dei costi, da un lato, e la progressiva capacità di adattamento alle nuove tecnologie da parte del sistema dall’altro, anche attraverso nuove regole, delineano una prospettiva di sviluppo significativo, verso un efficace apporto degli accumuli al sistema elettrico, sempre più decarbonizzato, del futuro”, ha commentato Delfanti.

 

Il Libro Bianco sugli accumuli 3.0 prosegue un lavoro che ormai da diversi anni ANIE Energia e RSE stanno conducendo sui sistemi di accumulo di energia e che ha già segnato due tappe, nel 2015 e nel 2017, con la pubblicazione delle due precedenti edizioni.

La terza edizione offre un aggiornamento di alcuni casi proposti nelle precedenti versioni e considera il mutevole contesto regolamentare e di mercato, con uno sguardo alle prestazioni e ai costi di investimento.

L’opera offre una view in chiave evolutiva sottolineando come sia ragionevole aspettarsi una rapida affermazione di questa tecnologia, grazie anche alle economie di scala che si svilupperanno nei prossimi anni a seguito della diminuzione dei costi rispetto al passato, e all’evoluzione di un quadro regolatorio e di mercato che oggi non rende sempre attrattivi gli investimenti in capacità di accumulo.

 

Come evidenziato in occasione del webinar dai due speaker Fabio Zanellini, Presidente della Commissione Tecnica con delega agli Affari Regolatori di ANIE-Energia, e Luigi Mazzocchi, Direttore del Dipartimento di Tecnologie di Generazione e Materiali di RSE, il Libro Bianco porta all’attenzione temi di crescente interesse, come ad esempio lo sviluppo di impianti ibridi a ciclo combinato, l’autoconsumo collettivo e l’impiego di veicoli elettrici in modalità “vehicle to grid”.

 

Alla presentazione dei risultati raggiunti e dei casi studio analizzati è seguita una tavola rotonda tra decision makers e operatori, moderata dal giornalista di Radio24 Maurizio Melis e che ha visto la partecipazione di: Stefano Raimondi, Dirigente della Divisione VI – Nuove tecnologie e ricerca nel settore energetico e geo risorse e della Direzione generale per le infrastrutture e la sicurezza dei sistemi energetici e geominerari del

Foto Federica Guidi

 

AGC GreenCom 12 Febbraio 2021 15:19