Un grave inquinamento della preziosa costa di Otranto, in provincia di Lecce, è stato scongiurato grazie al ritrovamento e al recupero in mare da parte della Guardia costiera di un fusto metallico contenente olio lubrificante arenatosi in un tratto sabbioso in località ‘Frassanito’, di assoluto pregio ambientale e altamente sensibile sotto il profilo naturalistico. Il personale dell’Ufficio circondariale marittimo, grazie a una segnalazione, è intervenuto via terra. Fortunatamente il fusto non ha subito lesioni tali da riversare in mare il contenuto di circa 35 chilogrammi di olio lubrificante che, se si fosse riversato in mare, avrebbe inevitabilmente causato l’inquinamento di una vasta area, stimabile in diversi chilometri quadrati.

Per il successivo recupero e smaltimento è stato interessato il Comune di Otranto che ha incaricato una ditta specializzata, autorizzata all’esecuzione di questo tipo di operazioni.

Nel frattempo il fusto, sigillato con imballaggi di plastica, è stato spostato dal luogo di ritrovamento e messo in sicurezza per la successiva rimozione.Lo stato in cui si trova non consente di risalire all’eventuale proprietario sebbene è possibile che lo stesso sia caduto accidentalmente in mare da un’unità mercantile o da un peschereccio durante la navigazione. 

Foto località Frassanito

AGC GreenCom 31 Gennaio 2021 12:43