Non sembra esserci pace per il Brasile: sebbene sia stato superato il milione di vaccinati contro il Covid-19 (1.045.746 per l’esattezza), il totale dei contagiati è al momento di 8.933.356 nel Paese sudamericano, con 218.878 morti.

E adesso arriva un colpo pesantissimo all’amministrazione Bolsonaro: il ministro della Salute Eduardo Pazuello è indagato dalla magistratura per presunte omissioni riguardanti la crisi pandemica nello Stato dell’Amazzonia, i cui ospedali a inizio anni sono rimasti senza letti di terapia intensiva e scorte d’ossigeno. A dare l’autorizzazione per il procedimento è stato il presidente della Corte suprema Ricardo Lewandowski, che ha accettato la richiesta a procedere del procuratore generale Augusto Aras.

Da quanto riportato dall’agenzia Dire, una lettera ufficiale divenuta di dominio pubblico scritta dalla società produttrice di bombole d’ossigeno White Martins suggerisce che già l’8 gennaio il ministro Pazuello era a conoscenza del fatto che gli ospedali avessero terminato le scorte, la cui fornitura sarebbe poi ricominciata solo il 12 gennaio. Tuttavia, si sarebbero dovuti addirittura aspettare altri dieci giorni prima che gli spostamenti ricominciassero.

Inoltre, stando sempre a Dire, Aras avrebbe notato come il ministero della Salute avesse consegnato ben 120.000 dosi di idrossiclorochina, un farmaco la cui efficacia contro il Covid-19 è oggetto di forti dubbi da parte della comunità scientifica.

“Non c’è dubbio che Eduardo Pazuello abbia commesso un crimine”, ha dichiarato fermamente Rodrigo Maia, presidente della Camera dei deputati, in una conferenza stampa, accusando il governo pure d’incapacità nel negoziare l’acquisto dei vaccini Pfizer e Sinovac, rallentando di conseguenza il piano vaccinale. Il tutto causato da una polemica tra l’azienda americana e il ministero della Salute riguardante l’accordo per le scorte di vaccini messe sul tavolo, 70 milioni di dosi in tre proposte diverse da parte di Pfizer, che aveva preventivato una consegna di due milioni entro il primo trimestre del 2021. Stesso numero di dosi poi comprato da AstraZeneca, dopo che il governo brasiliano ha accusato Pfizer di “clausole abusive” nella sua offerta, rompendo la trattativa.

All’inoltro del caso del presidente della Corte suprema Lewandowski alla polizia federale dovrebbe seguire entro cinque giorni dalla notifica l’interrogatorio al ministro Pazuello, con 60 giorni di tempo per concludere le indagini concessi agli inquirenti.

Foto Ministério da Saúde

AGC GreenCom 27 Gennaio 2021 19:37