18 C
New York
mercoledì, Maggio 25, 2022
spot_img

FutureBrand, i 5 trend del cibo post-Covid

5 macro-trend per analizzare e comprendere il mondo del cibo e dell’alimentazione nell’era post-Covid: questo è l’obiettivo di FutureBrand ‘The Future of Food’, report del network per il discernimento delle nuove tendenze del settore, aiutando dunque gli imprenditori a comprendere su cosa puntare.

I 5 argomenti usciti fuori sono stati ottenuti con attenti studi e interviste a professionisti al livello mondiale, ottenendo dunque due verità innegabili: che gli individui ricercano il piacere nel cibo e che è importante il driver presso il quale avviene l’acquisto.

Il 2020 è stato un anno che ha completamente sconvolto le nostre vite, imponendoci di conseguenza nuove domande per capire le nostre stesse esigenze. Ne emergono 5 punti fondamentali:

  1. THE REINVENTING REVOLUTION: l’anno appena passato, per l’appunto, ha completamente cambiato il nostro approccio verso le cose, tra cui il mangiare. E la parola d’ordine è appunto “cambiamento”, uno sconvolgimento totale che costringerà l’intero settore alimentare in tutte le sue forme a una risposta radicale;
  2. IL DILEMMA ETICO: convenienza o sostenibilità? Sebbene quest’ultima sia una grande preoccupazione per l’utenza, il contenimento i prezzi e la facilità d’acquisto restano al primo posto nell’agenda dei consumatori;
  3. IL POTERE DEL CIBO: la pandemia ha spinto la gente a ripensare il suo rapporto col cibo, in quanto possibile valvola di sfogo durante i periodi più o meno lunghi d’isolamento, ma al tempo stesso bisogna anche saperlo unire con il benessere del corpo. Per questo ad oggi sono importanti alimenti genuini, cercando contemporaneamente di dar piacere a chi mangia;
  4. LA MIGRAZIONE DEL SAPORE: l’incentivo ad acquistare prodotti da aziende locali ha spinto a rivedere anche il modo di godere dei sapori stranieri. Perciò sì all’italiano o ai ristoranti/prodotti esteri, ma comprati nelle vicinanze di casa;
  5. NATURALITÀ 5.0: il progresso spinge anche a ripensare a dove nasce il cibo. Oggi è innegabile che gran parte della produzione dipende dalla tecnologia, soprattutto in contesti molto poveri, dove manca l’acqua, fondamentale perché i raccolti crescano, e che necessitano quindi di tecniche avanzate affinché nascano piante più forti a condizioni atmosferiche avverse. Inoltre la grande attenzione che gli individui pongono già oggi e porranno ancor più in futuro ai loro parametri vitali imporrà diete sempre più avanzate e personalizzate per mantenere il loro equilibrio psicofisico.

Foto FutureBrand Italia

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli