giovedì, Settembre 23, 2021
HomeTrasportiCovid-19, l'Italia blocca voli dal Brasile. Sospeso il collegamento Alitalia con San...

Covid-19, l’Italia blocca voli dal Brasile. Sospeso il collegamento Alitalia con San Paolo

“I nostri scienziati devono studiare la pericolosa variante del virus che sta devastando il Brasile”. Così, il Ministro della salute Roberto Speranza con un’ordinanza ha “bloccato” i collegamenti aerei col Paese del Sud America, compreso naturalmente il collegamento Alitalia con San Paolo. Uno dei pochi voli intercontinentali di Alitalia, assieme all’odierno trisettimanale per New York JFK e con Buenos Aires. L’ordinanza del Ministro vieta altresì l’ingresso di chi negli ultimi 14 giorni sia transitato da quel Paese.
“Chiunque si trovi già in Italia, in provenienza da quel territorio, è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione – ha scritto su Facebook Speranza – ed è fondamentale  che i nostri scienziati possano studiare approfonditamente la nuova variante. Nel frattempo scegliamo la strada della massima prudenza”.

La variante del virus Sars-CoV-2 denominata “P.1”, detta brasiliana, desta particolare preoccupazione nella comunità scientifica. La Gran Bretagna ha già chiuso i confini ai viaggiatori provenienti da quel Paese, dopo che un caso di Covid scatenato da quella variante è stato mappato nel Regno Unito.

Le varianti cosiddette brasiliane sarebbero in realtà due: la B.1.1.28 (K417N / E484K / N501Y), ribattezzata P.1, e la B.1.1.28 (E484K). Variante comune a quella sudafricana, in quanto alcuni studi sosterrebbero capace di sfuggire agli anticorpi. La variante P.1 è anche ritenuta responsabile, in Brasile, della ricomparsa dell’infezione su un paziente di 30 anni già guarito dalla malattia in occasione di un precedente contagio. E’ di conseguenza necessario uno studio particolare per stabilire anche se possa o meno risultare resistente ai vaccini da poco utilizzati o in procinto di essere approvati.

La forte preoccupazione nasce dal fatto che la variante sia comparsa in un luogo, Manaus, nel Nord-Ovest del Paese, dove la maggior parte della popolazione era già stata infettata. Nello stato di Amazonas, dove appunto si trova Manaus, sulle rive del Rio Negro, non c’è più ossigeno medico e si attendono forniture promesse dal vicino Venezuela. Manaus è uno dei principali punti di partenza per raggiungere la vicina Foresta Amazzonica.

Foto Ministero Salute

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments