Challenge@PoliTo”, l’innovativa modalità di formazione “sul campo” del Politecnico di Torino iniziata ad ottobre 2020 e appena conclusasi, ha avuto in questa sua seconda edizione il patrocinio di FCA, che l’ha prontamente ribattezzata “CASE Next Gen(Connected Autonomous Shared Electric Next Generation), volta all’automobile del domani, elettrica, iperconnessa e sicura. Gli studenti sono stati invitati ad individuare e attuare strategie sostenibili, con sei team per un totale di 32 partecipanti da diversi corsi di laurea magistrale del Politecnico che hanno presentato i loro progetti, volti a diversi fattori riguardanti il veicolo, come l’uso – urbano, suburbano, misto… –, il guidatore – in base all’età, eventuali disabilità… –, la condivisione – privata condivisa, collettiva, car sharing… –, le funzionalità elettroniche e le fonti d’energia, come batterie e celle a combustione.

Il contest, durato 14 settimane, si è svolto nel contesto del Connection Lab Innovation Kitchen (CLIK), lo spazio del Politecnico dove gli studenti possono operare in un ambiente informale per stimolare la loro creatività e operosità in maniera libera e allo stesso tempo professionale. A giudicare i loro lavori, presentati ieri, una commissione composta da professori del Politecnico di Torino ed esperti e tecnici FCA del team e-Mobility, in modalità remota a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

A vincere la competizione è stato il progetto presentato dal team R.I.S.E., un servizio digitale supportato da un’app mobile che permette di controllare da remoto i veicoli – di proprietà o condivisi – e di personalizzarli in base alle performance richieste e alle abitudini dei clienti.

Per il giudizio complessivo del lavoro hanno contato il valore aggiunto in ottica cliente dato dal progetto, l’attenta analisi di fattibilità condotta e, infine, la grande capacità espositiva dei membri del team, a cui si è affiancato anche un prototipo del software con User Interface.

Foto Politecnico di Torino

AGC GreenCom 15 Gennaio 2021 21:47