Arriva lo stop di Ryanair ai voli da e per il Trieste Airport: i voli in questione riguardano Londra, Bari, Cagliari, Catania, Napoli e Palermo. La decisione è stata presa a partire da lunedì 18 gennaio e prolungata per dieci settimane a causa della pandemia.

Contattata, la compagnia low cost comunica che per il futuro non si sa nulla di preciso: alcuni voli sono ancora prenotabili, difatti, nei mesi primaverili ma potrebbero essere cancellati se la situazione rimane invariata.  

Solamente a gennaio, Ryanair ha avuto un milione trecentomila passeggeri in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In aeroporto resteranno attivi solamente i collegamenti con Roma dell’Alitalia e quelli con Trapani della Tayaran Jet.

Il direttore generale del Trieste Airport, Marco Consalvo, afferma a Il Gazzettino che è un fenomeno che ha interessato la maggior parte degli scali italiani’ e che si tratta, ora, di dover ‘gestire un vero e proprio secondo disastro’ per lo scalo nostrano. Una grande battuta d’arresto, quindi, per l’aeroporto di Ronchi dei Legionari che da pochi anni si è ingrandito attuando anche l’ampliamento dei parcheggi e la zona retrostante.

Foto Facebook aeroporto Ronchi dei Legionari

AGC GreenCom 14 Gennaio 2021 16:07