F2i Sgr, il principale Fondo Infrastrutturale italiano, ha siglato l’accordo per la cessione del 70% di E2i Energie Speciali a Edison, che ne detiene già il 30%.

Si conclude così la collaborazione avviata sei anni fa che ha condotto alla creazione di uno dei principali operatori di energia eolica italiana.

F2i continuerà ad essere primario investitore nel comparto dell’energia generata dal vento attraverso il gruppo Sorgenia, la cui acquisizione è stata recentemente perfezionata

e in cui sono state conferiti gli asset eolici detenuti dai fondi F2i per un totale di 300 Megawatt.

Grazie a questa operazione, F2i potrà concentrare le risorse sulla crescita di Sorgenia, che conta su una capacità installata di circa 4.800 Megawatt e intende essere sempre più protagonista dellantransizione energetica italiana grazie alla sua dotazione impiantistica costituita da moderne centralialimentate a gas e da impianti da fonti rinnovabili.

Il Gruppo sarà anche impegnato nello sviluppo di ulteriore capacità rinnovabile nei segmenti in cui è già presente (eolico e biomasse) nonché nel solare, nel bio-metano, nell’idroelettrico e nel geotermico.

“F2i continua con determinazione nel suo impegno per lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili”,

ha commentato Renato Ravanelli, amministratore delegato di F2i Sgr, “attraverso il nostro fondo abbiamo infatti creato EF Solare, il principale operatore fotovoltaico italiano, e tra i primi in Europa, con una potenza installata di circa 1.000 Megawatt e altri 1.000 Megawatt in fase di sviluppo. Concludiamo la positiva collaborazione nell’eolico con Edison per concentrarci sulla crescita di Sorgenia, operatore integrato per la transizione energetica e leader di mercato nei canali digitali”.

F2i SGR è stata assistita da BNP Paribas in qualità di advisor finanziario.

F2i SGR è il maggiore gestore indipendente italiano di fondi infrastrutturali, con asset under

management per oltre 5 miliardi di euro.

Le società che fanno parte del network di F2i costituiscono la principale piattaforma infrastrutturale del Paese, diversificata in settori strategici per il sistema economico: trasporti e logistica, energie per la transizione, reti di distribuzione, reti e servizi di telecomunicazione, infrastrutture.

Guidato dall’Amministratore Delegato Renato Ravanelli, F2i attraverso le sue partecipate coinvolge  19 mila addetti in Italia la cui attività consente a milioni di persone di utilizzare i servizi e le infrastrutture essenziali per la vita quotidiana.

F2i SGR vanta tra i propri soci primarie istituzioni finanziarie, tra cui Fondazioni di origine

bancaria, Casse di previdenza e Fondi pensione nazionali ed esteri, Asset manager nazionali e

internazionali e Fondi sovrani. I fondi gestiti da F2i SGR sono sottoscritti da primarie istituzioni

italiane ed estere.

Foto Renato Ravanelli, AD F2i Sgr

AGC GreenCom 14 Gennaio 2021 10:27