I subacquei alla ricerca del registratore vocale della cabina di pilotaggio del jet precipitato  scorso  hanno setacciato fango e detriti dell’aereo  sul fondo del mare tra le isole indonesiane per recuperare le informazioni chiave utili a capire perché il jet Sriwijaya Air è precipitato nel mare di Giava durante il fine settimana. Così riferisce l’Associated Press in un servizio da Giakarta

Martedì i sommozzatori della marina indonesiana avevano recuperato il registratore dei dati di volo dal jet scomparso sabato pochi minuti dopo il decollo da Jakarta con 62 persone a bordo, ma non quello vocale. Le informazioni su entrambe le scatole nere saranno fondamentali per l’indagine sull’incidente.

Il Boeing 737-500 con 26 anni di servizio aveva ripreso i voli commerciali il mese scorso dopo quasi nove mesi di assenza dalle rotte a causa dei tagli ai voli causati dalla pandemia da covid.

La Federal Aviation Administration degli Stati Uniti ha inviato a suo tempo una direttiva di aeronavigabilità che richiede agli operatori di vari modelli di aeromobili Boeing 737, incluso il 737-500, di eseguire i controlli del motore prima che possano riprendere il volo dopo essere stati fuori servizio. L’ordine aveva fatto seguito alle segnalazioni di motori che si spengono a metà volo a causa della corrosione in una valvola chiave.

Il direttore generale del trasporto aereo indonesiano Novie Riyanto ha detto che l’aereo era stato ispezionato il 2 dicembre, compresi i controlli per la corrosione del motore, ed è stato dichiarato idoneo al volo dal ministero dei Trasporti indonesiano il 14 dicembre. Quindi ha ripreso i voli commerciali il 22 dicembre, secondo i dati del ministero. Dopo essere tornato in servizio, l’aereo ha effettuato 132 voli, compreso l’ultimo, secondo la società di dati di aviazione Flightradar24.

Esperti di aviazione hanno affermato che gli aerei parcheggiati per lunghi tratti possono essere riportati in volo in sicurezza.

“ Dipende da come la compagnia mantiene l’aereo mentre è a terra ”, ha affermato William Waldock, esperto di sicurezza aerea presso la Embry-Riddle Aeronautical University di Prescott, in Arizona, aggiungendo che le compagnie aeree dovrebbero far funzionare periodicamente i motori ed eseguire altre operazioni di manutenzione. `Con questi controlli si “tende a mantenere tutto lubrificato e riduce la probabilità di corrosione che si accumula in luoghi in cui non vuoi che sia ‘’.

John Goglia, ex membro del National Transportation Safety Board degli Stati Uniti afferma che preparare un jet a terra da lungo tempo, può essere un lavoro intenso e costoso, impiegando un team di meccanici fino a due settimane per controllare i motori e assicurarsi che l’elettronica, l’impianto idraulico e il carburante siano funzionanti e privi di contaminazioni.

Goglia ha poi espresso la sua opinione sul rinvenimento dei rottami e la dovuta diligenza nel recupero “perché a volte quella roba non si fa vedere per un po nel fango del fondale marino sotto tonnellate di oggetti nel relitto dell’aereo, rallentando gli sforzi di ricerca”. Un segnale che potrebbe provenire dal registratore vocale della cabina di pilotaggio è stato rilevato vicino al punto in cui è stato recuperato il registratore dei dati di volo, tra le isole Lancang e Laki nella catena delle Mille Isole appena a nord di Giacarta.

Almeno 160 subacquei sono stati schierati mercoledì per aumentare la ricerca del registratore che tiene le conversazioni tra i piloti. Più di 3.300 soccorritori, 13 elicotteri, 54 navi e 20 gommoni hanno perlustrato mercoledì l’area del Mar di Giava dove il jet si è schiantato e hanno trovato parti dell’aereo e resti umani.

Bambang Suryo Aji, direttore delle operazioni dell’Agenzia nazionale di ricerca e salvataggio, ha detto ai giornalisti che il maltempo e le onde alte fino a 5 metri  hanno costretto le autorità a sospendere le ricerche nel pomeriggio.

Finora, i ricercatori hanno recuperato 139 sacche per cadaveri contenenti resti umani agli esperti di identificazione della polizia. I membri della famiglia angosciati hanno fornito campioni per i test del DNA all’unità di identificazione delle vittime del disastro, che martedì ha confermato di aver identificato quattro vittime.

Il National Transportation Safety Board degli Stati Uniti ha dichiarato mercoledì che la squadra che sta inviando per unirsi alle indagini sull’incidente arriverà tra pochi giorni.

I quattro investigatori dell’NTSB saranno affiancati da personale della Federal Aviation Administration, General Electric e Boeing degli Stati Uniti, che hanno esperienza in operazioni, prestazioni umane, struttura e sistemi degli aerei, ha scritto l’NTSB su Twitter.

I dati della compagnia aerea hanno mostrato che entrambi i piloti al comando dell’aereo erano di grande esperienza e avevano record di sicurezza  buoni.

Il capitano Afwan ha iniziato la sua carriera come pilota Hercules dell’aeronautica militare e ha avuto diversi decenni di esperienza di volo. Era noto ai suoi parenti e amici come un devoto musulmano e predicatore. Il co-pilota  Diego Mamahit era altrettanto qualificato.

Nurcahyo Utomo, un investigatore del Comitato nazionale per la sicurezza dei trasporti dell’Indonesia, ha detto che l’equipaggio non ha dichiarato un’emergenza o segnalato problemi tecnici prima che l’aereo precipitasse in mare.

L’industria aeronautica indonesiana è cresciuta rapidamente dopo l’apertura economica della nazione in seguito alla caduta del dittatore Suharto alla fine degli anni ’90. Le preoccupazioni per la sicurezza hanno portato gli Stati Uniti e l’Unione europea a vietare per anni i vettori indonesiani, ma da allora i divieti sono stati revocati a causa di una migliore conformità con gli standard dell’aviazione internazionale.

Foto Sriwijaya Air

AGC GreenCom 13 Gennaio 2021 8:27