A dicembre i consumi di energia elettrica italiani hanno mostrato ulteriori segnali di recupero rispetto ai mesi precedenti.

Terna (Gestore della rete di trasmissione italiana in alta tensione, leader nella trasformazione del mercato elettrico verso fonti eco-compatibili.) ha rilevato una richiesta di energia elettrica pari a 25,9 miliardi di kWh, valore in crescita dell’1,1% rispetto a dicembre del 2019 e dello 0,3% rispetto a novembre 2020.

Lo riferisce una nota. Le fonti rinnovabili hanno coperto il 32% del fabbisogno. Segnali incoraggianti anche dall’indice IMCEI: il campione dei consumi industriali monitorato da Terna ha registrato una variazione positiva rispetto a dicembre 2019 (+11,4%) e, per il terzo mese consecutivo, anche a livello congiunturale su novembre 2020 (+0,4%).

Nel mese di dicembre la domanda di energia elettrica italiana è stata soddisfatta per l’87,3% con produzione nazionale e per la quota restante (12,7%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero.

  Unico settore negativo quello dei materiali da costruzione (-2,1%).

Foto Terna

AGC GreenCom 11 Gennaio 2021 10:30