sabato, Settembre 25, 2021
HomeScienze e TecnologiaDakar 2021, polemiche per gomme e roadbook

Dakar 2021, polemiche per gomme e roadbook

Sebbene la Dakar 2021 stia regalando emozioni si stanno levando anche voci molto critiche nei confronti di essa, soprattutto nella giornata di ieri, quando si è corsa la sesta tappa, la Burayda-Ha’il, l’ultima prima dello stop di oggi – domani si riprenderà con la settima, la Ha’il-Sakaka.

Due voci si levano a tal proposito: la prima è quella di Nasser Al-Attiyah, il qatariota della Toyota che insegue a soli sette minuti di distacco in classifica generale il leader Stephane Peterhansel. Tra i problemi da lui accusati nel corso del rally vi sono anche “due forature”.

“Le gomme non ci stanno aiutando, come lo scorso anno. Sono davvero deluso con BF Goodrich – ha dichiarato Al-Attiyah – Solitamente abbiamo buone gomme, ma rispetto ai buggy è una cosa completamente diversa”.

Ancora più critico Carlos Sainz, che non approva la scelta degli organizzatori di consegnare il roadbook solo 15 minuti prima della partenza di ogni tappa, invece dei 30 dell’anno scorso, impedendo ai partecipanti di prepararsi anticipatamente a dovere.

“Sono un po’ demoralizzato, disgustato – ha dichiarato l’altro ieri Sainz al quotidiano spagnolo ASIl rally sembra essere più una gimkana che un rally raid. Ho corso 14 Dakar e in vita mia non ho mai perso in due giornate mezz’ora. Questa non è la Dakar, non s’è mai visto che tutti si perdessero, cercando il waypoint… questo non è ciò che mi piace. È più una lotteria, questo non è pilotare, sono abbastanza stanco di questo.

Parole velenosissime che culminano con una considerazione pesantissima da parte del due volte campione del mondo di rally: “Sembra essere più una Dakar per i copiloti che per i piloti”.

Per la cronaca, nonostante i suoi problemi lo spagnolo della X-raid Mini è riuscito comunque a concludere la tappa di ieri in prima posizione, permettendogli di consolidare la sua terza piazza in classifica generale, anche se resta ancora lontano dalla vetta, con quaranta minuti di ritardo da Peterhansel e poco meno di trentacinque da Al-Attiyah.

Foto: Facebook – X-raid Team

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments