Prescrizione per gli omicidi colposi e nuovo processo di Appello per disastro colposo nei confronti degli ex vertici delle ferrovie, tra cui Mauro Moretti, ex Amministratore delegato del Gruppo FS (2006-2014) e Michele Mario Elìa (2006-2014) all’epoca dei fatti Ad di Rete Ferroviaria Italiana (RFI).

Questa la decisione della Corte di Cassazione sul processo per la strage di Viareggio avvenuta 11 anni e mezzo fa, la notte del 29 giugno del 2009, e costata la vita a 32 persone e il ferimento di molte altre, compresa la distruzione di diverse abitazioni sulla strada accanto alla ferrovia che attraversa la città.

I giudici della Quarta sezione penale di Piazza Cavour hanno ribaltato la sentenza di Appello, facendo cadere l’aggravante sulle norme di sicurezza e dichiarando quindi prescritti gli omicidi colposi. Ci sarà però un nuovo processo per rivalutare alcuni profili di colpa nei confronti di Moretti e di Michele Mario Elia, ex ad Rfi.

In Appello Moretti, ex Amministratore delegato di FS era stato condannato a 7 anni di reclusione; sei anni invece per Michele Mario Elia, ex Ad di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), e per Vincenzo Soprano ex Ad Trenitalia. Nel processo di primo grado, a Lucca, il 31 gennaio 2017 vengono condannati 23 imputati, accusati di disastro ferroviario, incendio colposo, omicidio colposo plurimo, lesioni personali mentre altri 10 sono assolti.

Il 20 giugno del 2019 le condanne ai vertici delle ferrovie vengono sostanzialmente confermate dalla Corte di Appello di Firenze: sette anni di reclusione per Mauro Moretti, e sei anni per Michele Mario Elia, ex ad Rfi, e Vincenzo Soprano, ex ad Trenitalia. Otto anni e otto mesi di reclusione per Rainer Kogelheid, ad di Gatx Rail Austria, e Peter Linowski, ad di Gatx Rail Germania.

Sentenza in parte ribaltata  dalla Cassazione che ha dichiarato la prescrizione per gli omicidi colposi disponendo un nuovo processo di Appello per disastro colposo nei confronti degli ex vertici delle ferrovie tra cui Moretti.

Foto Mauro Moretti

AGC GreenCom 8 Gennaio 2021 15:50