Un viaggio su binari nella storia di Roma da Termini a San Pietro, fino a raggiungere piazza Risorgimento e il quartiere Aurelio. È quello che la sindaca Virginia Raggi annuncia con la TVA, la nuova linea tranviaria Termini-Vaticano-Aurelio.

Un ritorno, quindi, del tram in via Nazionale ripetutamente invano annunciato negli ultimi trenta anni. A puro titolo di cronaca, ricordiamo che i tram “sparirono” dal centro di Roma il 31 dicembre 1929 a seguito della “Riforma tranviaria” del 1930 voluta dall’allora Capo del Governo, Benito Mussolini. Mussolini, infatti, non amava i tram, che definiva “mezzi sferraglianti e obsoleti”. Puntava invece sugli “autarchici” filobus, che tuttavia entrarono in servizio nella capitale solo nel 1936.

”Il progetto è pronto – spiega la Raggi – sarà la Linea 1 della rete tranviaria di Roma. Una volta completate le ultime verifiche da parte degli uffici comunali, lo presenteremo al Ministero delle Infrastrutture”. Concludendo ‘’è un’opera che abbiamo inserito nel nostro Piano urbano della mobilità sostenibile: abbiamo ridato forma a un progetto pensato per il Giubileo del 2000, ma mai attuato. Lo abbiamo recuperato e rielaborato, attraverso un grande lavoro di squadra, perché siamo convinti che rappresenti un’opportunità per valorizzare ancora di più la nostra città e la sua bellezza”.

Ricordiamo che Sindaco di Roma dal 5 dicembre 1993 all’8 gennaio 2001, per “quasi” due mandati completi, è stato Francesco Rutelli. Colui che, dette il via appunto al “progetto” del tram 1 da Stazione Termini a Piazza Giureconsulti (Aurelio) ma che poi “misteriosamente” mise nel cassetto.

Dal 9 gennaio 2001, per le dimissioni di Rutelli a seguito della sua candidatura a Premier per l’Ulivo, e fino al successivo 27 maggio, Roma fu amministrata dal Commissario straordinario Prefetto Enzo Mosino, a sua volta sostituito il giorno dopo dal neo eletto Sindaco della capitale, Walter Veltroni.

Il progetto illustrato da Virginia Raggi ha un valore di 200 milioni di euro e sarà presentato al Ministero Infrastrutture e Trasporti per ricevere il finanziamento integrale e riguarda  8 km di tracciato da piazza dei 500, piazza della Repubblica, via Nazionale, via del Plebiscito, corso e ponte Vittorio Emanuele (in un verso, nell’altro su ponte.

 

AGC GreenCom 5 Gennaio 2021 11:02