domenica, Settembre 26, 2021
HomeEconomiaAutomobile.it, italiani alla ricerca del rapporto qualità-prezzo

Automobile.it, italiani alla ricerca del rapporto qualità-prezzo

Il settore dell’automobile ha sicuramente risentito della pandemia da Covid-19, ma questo non significa che sia entrato in una crisi irreversibile. Semplicemente sta andando incontro a cambiamenti progressivi, almeno da quanto risulta da un’indagine di Automobile.it, sito di annunci di auto di ogni genere – usate, nuove o a noleggio – nell’orbita di eBay. Questi ha stilato una classifica, dalla quale è risultato che le vendite sono cresciute del 9,5% nel mese di settembre 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno prima – aiutate dagli incentivi validi fino al 31 dicembre 2020 –, anche se, viene fatto notare, a essere ricercate sono maggiormente vetture al di sotto dei 10.000 euro, solitamente usate. Questo significa che gli italiani non rinunciano all’acquisto di una nuova auto, ma cercano un miglior rapporto qualità-prezzo.

È infatti difficile trovare macchine nuove economiche, ma tra le scelte in tal senso possiamo trovare la Dacia Sandero – la meno costosa di tutte, a partire da 7.900 euro –, Kia Picanto – prezzo medio 8.900 euro – e la compatta utilitaria molisana DR Zeroa partire da 8.500 euro –. Al di sopra dei 10.000 euro, ma comunque ritenuta un buon compromesso qualità/prezzo, è il restyling della Citroen C3, che ha un prezzo di listino di 14.100 euro.

Più costose delle auto a benzina, ma comunque abbordabili in termini di prezzo, sono quelle a diesel: con 15.550 euro è possibile infatti portare a casa una Dacia Duster con motore 1.5 Blue dCi da 95 cv, mentre per il modello da 115 cv bisogna pagare 18.050 euro. 19.200 euro è il prezzo di partenza della nuova Renault Clio, mentre per la Fiat Tipo parte da 20.600 euro. Per la nuova Ford Fiesta invece bisogna spendere almeno 20.650 euro.

Mercato in crescita è quello delle vetture elettriche che, tuttavia, non riescono ancora ad essere convenienti, almeno al momento dell’acquisto, quanto i modelli termici o ibridi: basti pensare che una delle più economiche, la Renault Zoe, ha un prezzo di partenza di 25.900 euro, pur avendo un’ottima autonomia fino a 390 km con una sola carica grazie alle tecnologie introdotte con la seconda generazione. A dettare il passo in termini di durata della carica, tra queste, è sicuramente la Wolkswagen ID.3, con un’autonomia di 549 km a partire da 37.350 euro. La Peugeot e-208, con una carica di 400 km, parte da 33.750 euro, ma può godere degli incentivi statali per l’acquisto. Aiuti che si applicano pure alla Honda e, il cui costo dai 35.900 euro iniziali può essere ridotto di 10.000, ma che ha certamente un’autonomia limitata – soli 200 km –,

Abitudini degli italiani che si modificano in base alle esigenze del periodo contingente: questo è un messaggio che l’industria dell’automobile sta chiaramente recependo, e che deve essere tenuto in considerazione se si vuole sopravvivere ai cambiamenti del settore.

Foto: Facebook

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments