domenica, Settembre 26, 2021
HomeTrasportiPolfer, cifre da capogiro nel 2020

Polfer, cifre da capogiro nel 2020

Nemmeno in pandemia la Polizia Ferroviaria ha fermato il suo lavoro, anzi, ha aumentato la sua operatività proprio in questo periodo difficilissimo. E il bilancio del 2020 appena conclusosi è da capogiro: “Due milioni e mezzo le persone controllate, con un aumento del 49% rispetto al 2019. 751 arrestati e 9.493 indagati”.

Sequestrati inoltre 230 armi – 4 da fuoco, 164 da taglio e 62 improprie –, circa 4 kg di cocaina, 2,5 kg di eroina e più di 62 kg di hashish, mentre i ricercati presi sono stati 187. Impiegate durante lo scorso anno 200.864 pattuglie in stazione e 24.644 a bordo treno, con 51.403 convogli sorvegliati. Negli scali e sui treni sono stati offerti 12.488 servizi antiborseggio in abiti civili.

“La riduzione delle presenze negli scali ferroviari, legata anche al lockdown, ha determinato un calo generalizzato dei principali fenomeni delittuosi – ha dichiarato la Polfer – In particolare i furti nelle stazioni e sui treni hanno fatto registrare una flessione del -60% rispetto allo scorso anno, con il passaggio da 4.572 a 1.831 eventi”.

29 le operazioni di controllo del territorio nelle giornate straordinarie: 7 “Alto Impatto” e 7 “Stazioni Sicure”, contro le attività illecite maggiormente ricorrenti in ambito ferroviario; 5 “Rail Safe Day”, per prevenire comportamenti impropri o anomali, spesso causa d’incidenti quali investimenti; 5 “Oro Rosso”, per contrastare i furti di rame; 2 “Action Week Merci pericolose”, per potenziare il loro controllo sui treni.

Un anno dunque difficile per la Polfer, che tuttavia non ha diminuito il proprio impegno, dando questi risultati che pongono delle importanti basi per il 2021.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments