L’economia vietnamita quest’anno sarà una delle 10 in crescita rapida del pianeta, ha sottolineato oggi il segretario generale del Partito Comunista Vietnamita (PCV) e presidente del Paese, Nguyen Phu Trong. Lo riporta l’agenzia di stampa Prensa Latina.

Durante una conferenza online tra il Governo e le principali città, il leader ha affermato che la nazione ha raggiunto il doppio obiettivo di contenere la COVID-19 e mantenere a galla l’economia nel complesso scenario configurato dalla pandemia.

Ha sottolineato che il prodotto interno lordo crescerà del 2,91% nel 2020, così la media annuale di questo indicatore sarà del 5,9% come negli ultimi cinque anni. L’economia nazionale, ha detto, è già la quarta tra quelle del sud-est asiatico.

Phu Trong ha sottolineato che il commercio estero vietnamita quest’anno ha superato i 540 miliardi di dollari e lascia un surplus di quasi 20 miliardi. C’è anche una crescita considerevole nelle riserve di valuta estera, ha aggiunto.

Ha affermato che anche il progresso sociale è stato apprezzabile, citando tra questi la riduzione del tasso di povertà multidimensionale delle famiglie, che è passato dal 10% nel 2015 a meno del 3% attualmente e la copertura assicurativa sanitaria è del 91% della popolazione.

Il presidente ha affermato che nel 2020 il prestigio del Paese è cresciuto anche esercitando con alta responsabilità la presidenza dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico e occupando una posizione non permanente nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Il segretario generale del PCV ha detto che il prossimo anno Vietnam deve affrontare grandi compiti, tra cui la celebrazione del XIII Congresso Nazionale del Partito (dal 25 gennaio al 2 febbraio) e l’elezione dei membri dell’Assemblea Nazionale e dei Consigli Popolari a tutti i livelli.

Foto agenzia Prensa Latina

AGC GreenCom 1 Gennaio 2021 19:34