“L’accordo di partenariato Ue-Regno Unito sul commercio e la cooperazione entra in vigore oggi 1à gennaio 2021. Ciò costituirà una solida base per la nostra continua amicizia con il Regno Unito. Ma ci saranno grandi cambiamenti”. Lo scrive su Twitter la Commissione europea.

Londra ha lasciato il mercato unico europeo alle 23:00 ora di Londra (mezzanotte a Bruxelles) nel più grande cambiamento economico che il paese abbia subito dalla seconda guerra mondiale.

Ma non saranno tutte rose e fiori per il Regno Unito perché già la premier scozzese, grande oppositrice della Brexit, Nicole Sturgeon ha dichiarato ”Europa, la Scozia tornerà presto”.  E’ quanto ha postato la notte scorsa, nel momento in cui il Regno Unito ha lasciato formalmente l’Unione Europea, la premier scozzese, grande oppositrice della Brexit, Nicole Sturgeon.

“La Scozia – ha aggiunto- non ha votato per nulla di tutto ciò e la nostra posizione è più chiara che mai“, criticando duramente contro i “vandalismo culturale” del governo di Boris Johnson che ha messo fine alla partecipazione del Regno Unito e al programma Erasmus.

La Scozia ha ora il diritto di scegliere il proprio futuro come un Paese indipendente ed di nuovo ottenere i benefici della partecipazione alla Ue”, ha aggiunto facendo chiaramente riferimento ad un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia.

“Si stenta a credere – ha concluso – che nel mezzo di una pandemia ed una recessione economica la Scozia sia stata costretta ad uscire dal mercato unico e dall’unione doganale con tutti i danni che ne conseguono per i posti di lavoro”. Sturgeon ha poi ricordato che gli scozzesi hanno votato a stragrande maggioranza contro la Brexit “ma la loro opinione è stata ignorata” ed ha sottolineato che questa “è una Brexit molto più dura di quella che era stata immaginata quando il referendum ha avuto luogo, che danneggia e reca danno all’economia ed alla società nazionale nel peggior modo possibile”. 

Per parte europea parla il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, che comunque ha ribadito il suo rammarico per la decisione dell’Inghilterra di lasciare l’Ue non ha lesinato il suo disappunto pur nel linguaggio della diplomazia.

“Per la prima volta – ha detto-  un paese, il Regno Unito, lascerà l’Unione Europea. Questa scelta è stata il frutto di un malessere europeo e di tante bugie e false promesse”.  Nonostante questa decisione, aggiunge Macron, “il Regno Unito “resta non solo il nostro vicino ma anche il nostro amico e il nostro alleato”. L’accordo raggiunto con il Regno Unito “permetterà di organizzare i nostri rapporti futuri difendendo i nostri interessi, i nostri industriali, i nostri pescatori e la nostra unità europea”.

Foto bandiera Scozia

AGC GreenCom 1 Gennaio 2021 12:33