Nitin Jairam Gadkari, ministro dei Trasporti indiano, ha dichiarato sul quotidiano “Indian Express” che nel 2021 Tesla arriverà in India. Ciò conferma le affermazioni fatte da Elon Musk lo scorso ottobre, secondo il quale la sua azienda automobilistica avrebbe messo piede sul suolo indiano l’anno prossimo.

Il primo passo dovrebbe essere la messa in commercio della Tesla Model 3, il modello più economico del colosso della mobilità elettrica, al prezzo di 61.000 euro (circa 5,5 milioni di rupie indiane). Solo allora, se le vendite andranno bene, Musk penserà ad installare eventualmente un impianto industriale.

Si tratta di una grossa opportunità per l’India, Stato con altissime emissioni di CO2, in cui la transizione elettrica permetterebbe di diminuire i livelli d’inquinamento sempre più insostenibili, oltre a rappresentare un grande investimento per l’industria e quindi la crescita economica della nazione asiatica. Tutto ciò, inoltre, si riallaccia col piano dell’India di offrire fino a 4,6 miliardi di dollari alle aziende disposte a spostare nel Paese i loro siti produttivi di batterie per mezzi di trasporto elettrici.

AGC GreenCom 28 Dicembre 2020 19:46