giovedì, Settembre 23, 2021
HomeIstituzioniIl MiT cerca autori di libri per bambini

Il MiT cerca autori di libri per bambini

Il Ministero dei Trasporti ha pubblicato oggi un bando di manifestazione di interesse per autori di libri allo scopo di sensibilizzare i bambini sul tema della sicurezza stradale

Il progetto si propone di promuovere una cultura diffusa sulla sicurezza stradale fra i bambini tra i 7 e i 12 anni e per ottenere questo risultato il MiT chiama in aiuto la letteratura. Gli aspiranti autori dovranno essere in grado di consegnare il proprio lavoro creativo entro il mese di marzo 2021. 

Lo scopo del lavoro è quello di fornire un supporto alle istituzioni nella sensibilizzazione ed educazione dei più piccoli, in linea con il Piano Nazionale Sicurezza Stradale 2030 che il Ministero sta predisponendo e che vede un’attività strategica specifica rivolta ai bambini, con l’obiettivo “zero vittime entro il 2030”. Gli incidenti stradali sono infatti, l’ottava causa di morte nella popolazione e, addirittura, la prima causa per la fascia d’età 5-14 e 15-29 anni. Un’azione decisa per eliminare questo triste primato è, dunque, doverosa. 

Il progetto sembra essere ambizioso. Dai requisiti necessari per rispondere al bando emerge che quest’ultimo è rivolto a scrittori che abbiano già un curriculum solido in questo settore. Tra i requisiti ci sono infatti, aver già scritto libri destinati ad una fascia di età tra i 7 e i 12 anni, avere pubblicato libri per l’infanzia in almeno 10 nazioni e in diverse lingue, avere un brand già riconosciuto ed affermato.

Il Ministero chiede ai potenziali autori di essere disposti a cedere al dicastero, a titolo gratuito, “il complesso dei diritti di sfruttamento di un racconto inedito occorrenti alla stampa, pubblicazione, anche nella modalità e-book, in lingua italiana e nel territorio italiano, nonché sui canali digitali. A titolo esemplificativo e non esaustivo, riguardo ai diritti di sfruttamento, il Ministero potrà stampare volumi da distribuire gratuitamente ai ragazzi destinatari del progetto di educazione stradale, anche in collaborazione con altri Ministeri, Enti pubblici e/o privati; potrà trarne, anche per estratti, materiale di supporto per la didattica da fornire ad altri Ministeri, Enti pubblici e/o privati, anche online, disponendone, se necessario, l’inserimento in piattaforme dedicate”.

Le manifestazioni di interesse vanno presentate entro l’11 gennaio.

Non si fa riferimento all’importo del compenso, nè alla nazionalità dell’autore, nè alla tipologia di prodotto finale, che potrà dunque essere presentato tanto da un autore di romanzi di fiction che da un illustratore, tanto per citare due esempi.

Certamente, tanti sono gli autori che, con la loro maestria, potrebbero fare un bellissimo lavoro. Sul sito di Andersen, qualche idea potremmo farcela. Non c’è molto tempo per presentare le domande, ma, presumibilmente, chi è nel settore, qualche indizio sulla pubblicazione di questo bando l’aveva già. Una maggiore trasparenza porterebbe anche a pubblicare le modalità in cui la selezione sarà effettuata, tra le tante domande che perverranno, eppure di questo non c’è traccia.

Speriamo di vedere presto le opere tra i banchi di scuola o nei luoghi frequentati dai bambini e che la letteratura serva davvero al fine ultimo che si propone il Ministero dei Trasporti.

Aldo M. Biscardi
Studente di Ingegneria Gestionale presso La Sapienza. Appassionato di giornalismo, sport, fonti di energia rinnovabili e motori.
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments