Non sembra esserci fine ai tormenti di Roma Nord: fino al 31 dicembre 2021 è stato infatti vietato l’utilizzo di acqua proveniente dagli acquedotti rurali Arsial di Malborghetto. Sebbene gli interventi nelle zone di Brandosa, Monte Oliviero, Piansaccoccia, Santa Brigida e Casaccia-Santa Brigida si siano conclusi con successo da molto tempo, la soluzione a Malborghetto sembra ancora lontana. Le utenze, famiglie e aziende, interessate dal divieto sono 61, lungo la via Flaminia assieme alle viuzze laterali della zona come appunto via Malborghetto, via Vignanello, via Barlassina, via Arcore, via Lograto e via Cornalba.

“La proroga fino al 31 dicembre 2021 si rende necessaria per consentire l’espletamento delle attività tecnico-amministrative necessarie all’esecuzione dei lavori di risanamento dell’acquedotto che saranno gestiti da Acea Ato 2”, spiega il Campidoglio in una nota.

AGC GreenCom 27 Dicembre 2020 12:34