“La nostra richiesta di incontro per un esame delle criticità complessive del settore ha prodotto un risultato importante: nel corso della riunione di ieri con la Regione Lazio, si è deciso di dare il via a un tavolo ad hoc sul trasporto aereo con gli assessori al Lavoro e ai Trasporti e con le unità produttive.

Purtroppo i numeri parlano chiaro, e data la crisi del comparto sono 40mila i dipendenti sul territorio con prospettive incerte, tra diretti, indotto, catering e handling”.

Così, in una nota i segretari generali della Filt Cgil di Roma e Lazio, della Fit Cisl del Lazio e della Uil Trasporti Lazio, Eugenio Stanziale, Marino Masucci e Maurizio Lago.

“A gennaio – prosegue la nota- si terrà un primo tavolo, ma il confronto proseguirà con ulteriori incontri finalizzati ad accompagnare la fase del rilancio economico. È urgente trovare soluzioni comuni, mettendo in campo politiche attive del lavoro, per evitare pesanti ricadute sociali.

Il rilancio del settore non è previsto prima del 2022-23, e ad oggi il traffico passeggeri a Fiumicino e Ciampino è ridotto del 70%. Si deve fare tutto il possibile – concludono i sindacalisti- per una mappatura il più possibile dettagliata delle criticità del settore e per individuare strategie lungimiranti ed efficaci: è importante assumere un atteggiamento attivo, senza attendere che si verifichino situazioni allarmanti”.

AGC GreenCom 24 Dicembre 2020 10:47