La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha nominato Zeno D’Agostino Amministratore unico di Rete Autostrade Mediterranee (RAM), la società in house del Ministero nata con l’obiettivo di attuare il cosiddetto “Programma Nazionale delle Autostrade del Mare” all’interno del più ampio contesto della Rete Trans-Europea dei Trasporti (TEN-T), con specifico riferimento al Corridoio trasversale Motorways of the Sea (MoS). D’Agostino sostituisce l’ingegner Ennio Cascetta nell’incarico al vertice di RAM.

Zeno D’Agostino è Presidente di Autorità di Sistema Portuale Mare Adriatico Orientale (AdSP, che comprende i Porti di Trieste e di Monfalcone), con incarico rinnovato proprio recentemente per un secondo quadriennio nei giorni scorsi, oltre ad essere titolare di altri importanti incarichi.

Con una nota la Ministra nell’augurare buon lavoro al presidente D’Agostino ringrazia l’ingegnere Ennio Cascetta per il grande impegno profuso

Le autostrade del mare sono un servizio di trasporto marittimo  alternativo alla viabilità ordinaria su strada delle merci che prevede linee di cabotaggio di più imprese per svolgere collegamenti tra il Nord e il Sud Italiae negli Stati Europei che si affacciano sul mar mediterraneo

Il programma europeo delle autostrade del mare che riguarda i paesi che si affacciano sul Mediterraneo è una derivazione del “Progetto 21 Motorways of the Sea”, approvato dal Consiglio Europeo  nell’ambito delle Reti Transeuropee TEN-T che ha l’obiettivo di collegare i vari porti del Mediterraneo sostituendo al trasporto su gomma, particolarmente costoso e inquinante, il trasporto di merci per mare adottando proprio la navigazione a cabotaggio, molto adatta per esempio per la penisola italiana con le sue estese coste e porti.

Foto porto Civitavecchia

AGC GreenCom 23 Dicembre 2020 17:33