Destinazione Base italiana in Antartide nel Mare di Ross dedicata a “Mario Zucchelli”. La nave rompighiaccio da ricerca italiana “Laura Bassi”, di proprietà dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste  (OGS) è in partenza dal porto neozelandese di Lyttelton, lo scalo marittimo della città di Christchurch, nell’ambito della 36a campagna antartica del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA), finanziata dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e gestita dall’ENEA per la pianificazione e l’organizzazione logistica e dal CNR per la programmazione e il coordinamento scientifico.

Grazie a un accordo tra i principali Enti nazionali che studiano le aree polari e ne gestiscono le infrastrutture, la nave “Laura Bassi” fornisce il supporto all’intera comunità scientifica, sia in Artide che in Antartide.

In questa sua seconda missione antartica, la nave condurrà una campagna oceanografica di conservazione e manutenzione della strumentazione dell’Osservatorio Marino fino ad arrivare alla stazione antartica italiana “Mario Zucchelli”, a Baia Terra Nova, da dove ripartirà il 24 gennaio con tutto il personale ancora rimasto nella base.

OGS Trieste partecipò alle campagne del PNRA sin dalla terza spedizione italiana, 1987-88,  con l’appena acquisita nave “Explora” dalla Germania. Campagna proprio da quell’anno per la prima volta diretta dall’ingegner Mario Zucchelli, a cui dopo la prematura scomparsa nell’ottobre 2003, è stata appunto dedicata la stazione Baia Terra Nova.

Il rientro della “Laura Bassi” al porto di Lyttelton, che concluderà la 36a campagna antartica, è previsto per il 1° febbraio 2021; tutti i partecipanti rimarranno a bordo prima di essere trasferiti, attraverso un “corridoio” dedicato, all’aeroporto per l’imbarco sul volo di ritorno in Italia.

L’attuale emergenza sanitaria ha imposto forti limitazioni delle attività scientifiche e logistiche e una riduzione del personale al minimo indispensabile. Nel rispetto delle norme anti-Covid, dopo la quarantena effettuata all’arrivo in NZ, prima del trasferimento in nave tutto il personale è stato sottoposto a ulteriori controlli ed è stato dotato dei necessari dispositivi di protezione personale.

Mario Zucchelli, nato a Crevalcore (BO) il 13 luglio 1944 e morto a Bologna il 24 ottobre 2003, è stato un ingegnere e ricercatore italiano, Presidente del Consorzio per l’Antartide dell’ENEA e per sedici anni principale organizzatore del programma nazionale di ricerche del MIUR in Antartide (PNRA). A lui è intitolata la stazione scientifica situata nell’area denominata Baia Terra Nova, sul Mare di Ross.

AGC GreenCom 23 Dicembre 2020 12:48