Regalo natalizio speciale di Italo, anche in un anno complicato come questo per NTV (Nuovo Trasporto Viaggiatori) costretto alla drastica riduzione dei servizi ferroviari ad Alta Velocità. Un dono di Natale davvero speciale ai suoi dipendenti, contribuendo al finanziamento di una borsa di studio per un giovane ricercatore AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro) e offrendo contenuti di informazione e sensibilizzazione sui corretti stili di vita per tutelare la salute.

La ricerca scientifica, specie in un momento delicato come quello attuale, si è confermata di importanza primaria per la comunità e per questo Italo ha voluto fare la sua parte, contribuendo attivamente al progresso ed allo sviluppo nel settore. L’aiuto di Italo contribuisce all’impegno di Fondazione AIRC per dare continuità alla ricerca sul cancro e trovare cure più efficaci per i pazienti oncologici. Grazie a simili iniziative ogni giorno sono più di 5.300 i ricercatori di Fondazione AIRC impegnati in nuovi progetti.

Nel corso del 2021 AIRC offre ai dipendenti di Italo un piano editoriale dedicato, informandoli e sensibilizzandoli sulle corrette abitudini da seguire quotidianamente per tutelare la salute, mettendo in luce l’importanza della ricerca scientifica.

“Italo quest’anno ha affrontato numerose sfide – sostiene Gianbattista La Rocca, Amministratore Delegato di Italo – investendo in via prioritaria sulla sicurezza dei dipendenti e dei suoi viaggiatori. Sostenere la ricerca scientifica è per noi ora più importante che mai. Crediamo nel lavoro dei ricercatori AIRC e vogliamo promuovere la cultura della prevenzione in azienda, come già fatto in passato”

“Il 2020 è stato un anno davvero difficile: per i pazienti oncologici che stanno aspettando risposte e nuove cure e per i ricercatori che hanno portato avanti i loro studi nonostante tutte le difficoltà – afferma Niccolò Contucci, Direttore Generale di Fondazione AIRC – e la scelta di Italo di sostenere concretamente la nostra missione e di coinvolgere AIRC in un progetto di informazione sulla salute dedicato a tutti i suoi dipendenti assume in questo momento un’importanza ancora maggiore e ci dà una grande iniezione di fiducia”.

Italo è come sempre orgoglioso e pronto a sostenere iniziative per il benessere dei suoi collaboratori e della comunità.

La Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro è un ente privato senza fini di lucro, nato nel 1965 grazie all’iniziativa di alcuni ricercatori dell’Istituto dei tumori di Milano, fra cui i professori Umberto Veronesi e Giuseppe Della Porta e al sostegno di alcuni imprenditori milanesi, tra i quali spiccano Aldo Borletti (La Rinascente) e Camilla Ciceri Falck (acciaierie Falck). Negli anni l’ingresso nell’ente di altri importanti imprenditori e nel 2019 la trasformazione in Fondazione.

 

AGC GreenCom 22 Dicembre 2020 14:43