La formazione di specialisti in grado di affrontare tutte le novità relative all’efficienza energetica, uno tra gli obiettivi primari dell’ENEA, reso operativo da un  Protocollo d’intesa siglato appunto dall’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie-Energia e Sviluppo economico (ENEA), Consiglio Nazionale Periti Industriali (CNPI) e Fondazione Opficium del CNPI.

Periti industriali in grado di  cogliere le diverse opportunità di un settore che richiede esperti sempre più qualificati per promuovere congiuntamente attività formative e informative rivolte a tutti quei professionisti che già operano nel campo dell’efficienza energetica e che abbiano interesse a entrare in questo settore.

Il primo atto esecutivo dell’accordo ha visto la realizzazione di un pacchetto di corsi modulari per venire incontro alle diverse esigenze formative di ogni singolo professionista. L’obiettivo, infatti, è formare figure che possano essere di supporto a imprese, pubbliche amministrazioni e singoli cittadini per migliorare i livelli di efficienza energetica, riducendo quindi  i consumi. Una formazione di base, ma anche corsi più strutturati per chi desidera conseguire la certificazione di Esperto in Gestione dell’Energia.

Non ultimo una formazione mirata per chi vuole occuparsi delle attività legate agli incentivi introdotti con il decreto Rilancio. Proprio su queste tematiche, la sinergia con ENEA è l’occasione per creare momenti di confronto tra i due organismi finalizzati ad analizzare le procedure di attuazione degli interventi per accedere al nuovo meccanismo.

Ma l’accordo non si esaurisce solo all’attività di formazione: è prevista, infatti, anche una parte dedicata alla divulgazione di tutte le tematiche legate ai temi di efficienza energetica e alla diffusione di buone pratiche sul tema.

“Quest’ultimo punto rappresenta per noi un aspetto importante – ha detto Fabrizio Martini del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA, Responsabile del Protocollo d’intesa per l’Agenzia – proprio in virtù del ruolo affidato all’ENEA in materia di promozione dello sviluppo e trasferimento di tecnologie, sistemi e servizi ad alta efficienza energetica per la competitività e la qualificazione dei comparti produttivi nazionali, per diffondere una cultura dell’efficienza energetica e contribuire all’evoluzione comportamentale”.

Mentre il Presidente del Consiglio nazionale dei periti industriali Giovanni Esposito spiega che “questa partnership con un interlocutore d’eccellenza come ENEA nasce dall’esigenza di mettere in campo un’azione di orientamento e supporto mirato ai nostri iscritti per accompagnarli nello sviluppo della loro attività professionale. Una sinergia che in questa fase diventa ancora più significativa giacchè i periti industriali – da sempre protagonisti sui temi dell’efficienza energetica – giocheranno un ruolo significativo nella partita degli incentivi fiscali”.

Quello con ENEA rappresenta il fiore all’occhiello di una serie di iniziative formative che come Fondazione abbiamo pensato per i nostri iscritti aggiunge Vanore Orlandotti, Presidente della Fondazione Opificium del CNPI – e si tratta di una sinergia che nel lungo periodo punta a garantire una crescita professionale per tutti coloro che si occupano o si occuperanno dei temi legati al mercato dell’energia, e nell’immediato vuole essere uno strumento concreto per porre la nostra categoria in prima linea per intercettare al meglio le opportunità di mercato fornite dalle recenti normative sulla materia”.

AGC GreenCom 22 Dicembre 2020 14:08