L’ad di Ita (Alitalia) Fabio Lazzerini, ha presentato oggi18.12 in conferenza stampa  lo schema del piano 2021-2025 di Alitalia spiegando che la Spa “parte come una startup, in totale discontinuità con il passato. Una compagnia nuova in un mercato come quello italiano nuova Alitalia ha la possibilità di futuro redditizio se entra in una partnership strategica“. Per cui, ha proseguito, “puntiamo alla ricerca di un forte partner” per raggiungere “sinergie non solo commerciali ma anche industriali”.

La flotta della nuova Alitalia ha aggiunto “non sarà immensa. Sarà non solo moderna ma anche omogenea, una flotta moderna più green possibile e omogenea, non immensa ma limitata. In parte in leasing e in parte di proprietà”. 

Abbiamo un capitale in grado di sostenere una crescita ambiziosa e sostenibile, ha aggiunto, ma bisogna “stare il piu’ snelli e flessibili possibili per crescere insieme alla crescita del mercato. Stiamo costruendo un’azienda che sarà estremamente piatta, poco gerarchica così da portare il più possibile la decisione vicino a chi ha un ruolo operativo”. 

 “E’ fondamentale avere – ha aggiunto- un partner industriale e non solo commerciale” spiegando che con riferimento ai gruppi principali con cui “abbiamo iniziato un dialogo” tali contatti si rivolgono a quest’ottica e cioè “lavorare assieme anche su altri settori, che siano operativi con benefici sui nostri conti”. Lazzerini ha ribadito che l’obiettivo è quello di chiudere un accordo di partnership nel 2022.

 

foto Fabio Lazzerini

AGC GreenCom 18 Dicembre 2020 16:11