Un nuovo brevetto Enea per produrre  idrogeno ed ossigeno attraverso la decomposizione termica dell’acqua realizzata con l’energia solare nato nei laboratori dei Centri Ricerche ENEA di Frascati e Casaccia con il coinvolgimento di ricercatori dei dipartimenti di ‘Fusione e Tecnologie per la Sicurezza Nucleare’ e di ‘Tecnologie Energetiche e Fonti Rinnovabili’.

“Nella decomposizione termica la molecola dell’acqua e’ scissa ad alta temperatura direttamente in idrogeno ed ossigeno che devono poi essere opportunamente separati. Con l’utilizzo di processi tradizionali cio’ avviene a temperature tanto alte da rendere non praticabile questo processo”, spiega il ricercatore ENEA Silvano Tosti.

Per ovviare al problema delle alte temperature il brevetto propone un innovativo reattore a membrana costituito da una camera di reazione dove sono presenti contemporaneamente due tipi di membrane: una in tantalio per separare l’idrogeno ed una in materiale ceramico per separare l’ossigeno.

“In questo modo riusciamo a produrre con 500 gradi in meno la stessa quantita’ di idrogeno e ossigeno di un reattore tradizionale”, aggiunge Tosti.

AGC GreenCom 17 Dicembre 2020 17:13