domenica, Settembre 26, 2021
HomeScienze e Tecnologia'ESA presto la dimostrazione stadio di razzo riutilizzabile

‘ESA presto la dimostrazione stadio di razzo riutilizzabile

L’ESA (Ente spaziale europeo) sta compiendo i primi passi verso la dimostrazione in volo di un primo stadio di razzo riutilizzabile prototipo chiamato Themis dal 2023.

Il programma Themis fornirà informazioni preziose sul valore economico della riutilizzabilità per l’Europa e dimostrerà le tecnologie per un potenziale utilizzo sui futuri veicoli di lancio europei.

Themis si basa sulle decisioni prese a Space19 +, sui progressi europei nelle tecnologie per la riutilizzabilità e su un approccio allo sviluppo più agile e orientato ai costi.

Il 15 dicembre, l’ESA ha firmato un contratto del valore di 33 milioni di euro con l’appaltatore principale ArianeGroup in Francia per la “Fase iniziale di Themis”. Questa prima fase del Themis prevede la preparazione delle tecnologie dei veicoli di volo, il banco di prova e dimostrazioni di tiro statico a Vernon in Francia.

Comprende anche la preparazione del segmento di terra presso il Centro Spaziale Esrange di Kiruna, in Svezia, per i primi test “hop” e le eventuali modifiche del veicolo di volo associate.

L’obiettivo di questo programma è completare i test nelle prime fasi del ciclo di sviluppo. Ciò consentirà di raggiungere traguardi tecnologici che accelereranno lo sviluppo e guideranno la costruzione finale.

ArianeGroup ei suoi collaboratori in Belgio, Svizzera, Francia e Svezia offrono un know-how tecnico  acquisito attraverso lo sviluppo del motore europeo di prossima generazione – Prometheus – che alimenterà Themis.

Il Prometheus dell’ESA è un motore altamente versatile in grado di fornire 1000 kN di spinta variabile ed è riaccendibile, il che lo rende adatto per applicazioni core, booster e stadio superiore. Un computer di bordo gestisce la gestione e il monitoraggio del motore in tempo reale, una caratteristica fondamentale per la riutilizzabilità.

Prometeo

Themis è alto 30 me ha un diametro di 3,5 m. Questo veicolo dimostrativo monostadio contiene 130 tonnellate di ossigeno / metano liquido per alimentare tre motori Prometheus allineati.

I test di volo suborbitali sono previsti a partire dal 2023 presso lo spazioporto europeo di Kourou, nella Guyana francese.

Sono allo studio due siti di atterraggio: la “Zona Diamant”, utilizzata per dimostrazioni sperimentali, o il complesso di lancio Ariane 5, che sarà disponibile dopo il passaggio dall’Ariane 5 all’Ariane 6 di nuova generazione.

ESA e ArianeGroup firmano un contratto per Themis

“Themis farà avanzare le tecnologie chiave e dimostrerà le capacità di riutilizzabilità in Europa. Ciò creerà ulteriori opzioni per ridurre i costi di accesso allo spazio e aumentare la flessibilità dell’Europa nell’offrire una varietà di servizi di lancio “, ha commentato Daniel Neuenschwander, Direttore del trasporto spaziale dell’ESA.

“Alimentato dal dimostratore del motore Prometheus, funzionante con combinazioni di ossigeno liquido / metano o ossigeno / idrogeno, Themis porterà alla sperimentazione e allo sviluppo di soluzioni di lancio a basso costo, contribuendo nel contempo alla transizione energetica verso un settore dei lanciatori spaziali più eco-responsabile “, Ha aggiunto André-Hubert Roussel, CEO di ArianeGroup.

foto ESA motore Prometeus

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments